Sabato, 28 Marzo 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

#primariepuglia: Nel centrosinistra fanno la pace, ma le tensioni restano (VIDEO)

Primarie per le regionali confermate per domani. Nella coalizione ancora nervi tesi. Vendola: "No a lupi mannari"

Pubblicato in Primarie il 29/11/2014 da Gian Vito Cafaro
La pace è scoppiata nella notte. Stamattina è bastata una stretta di mano e un documento politico tra i segretari di partito del centrosinistra. Le primarie di domani per il scegliere il candidato presidente della coalizione in Puglia tra Minervini, Emiliano e Stefano si faranno, "ma da lunedì torneranno i problemi", dice sottovoce un autorevole esponente dell'alleanza. Non è una battuta ma il presagio che la lite Vendola-Emiliano dopo la scelta di quest'ultimo di abbracciare l'Udc, ha lasciato il segno. Ed è un solco pesante. Il candidato di Sel Dario Stefano con al fianco Nichi Vendola è preciso in questo senso: "Domani alle primarie bisognerà scegliere tra un vero centrosinistra o un centrosinistra geneticamente modificato". Insomma, se Stefano dovesse vincere le Primarie di coalizione, per l'Unione di centro non ci sarebbe spazio.
Teoria opposta a quella di Michele Emiliano che con l'Udc ha stretto un patto di ferro qualche giorno fa. Mossa che ieri sera aveva mandato su tutte le furie Vendola e i suoi, tando da portare al passo indietro di Stefano: "Niente più primarie", si era detto.
Anche Guglielmo Minervini (Pd pure lui come Emiliano) nei giorni scorsi non ha nascosto il disappunto per la scelta del segretario regionale del suo partito e oggi, prima dell'appello al voto, ha detto: "Non abbiamo fatto una bella figura", parlando ancora dello scontro furibondo nel centrosinistra.
La coalizione si ricompatta, almeno sulla carta, ma le scelte di Michele Emiliano di procedere a testa bassa per un accordo con i moderati dello Scudocrociato ha reso il centrosinistra una coalizione in perenne crisi di nervi.
Il documento di stamattina, quello che riporta la pace temporanea tra le sigle, recita: "Facciamo ammenda per le polemiche di questi giorni consapevoli che dobbiamo riprendere il cammino più coesi di prima".
Commenta, invece, Emiliano ai cronisti subito dopo il vertice: "Capita di strafare".
Ora la parola al popolo del centrosinistra. L'affluenza alle urne di domani sarà significativa per testare lo stato di salute dell'alleanza e del progetto politico. Le polemiche di questi giorni e una campagna elettorale che, a detta degli stessi protagonisti, è stata ad alzo zero, hanno lasciato il segno nel popolo del centrosinistra. E non ha archiviato affatto le tensioni.
Non è un caso che Nichi Vendola abbia già avvertito: "Nel centrosinistra non voglio lupi mannari".
Si vota domani dalle 8 alle 22 nei seggi di tutta la Puglia.


Correlati