Venerdì, 10 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

#Bifest 2016, sold out per l'iniziativa Cinema per le scuole

L'iniziativa è stata organizzata da Giancarlo Visitilli, presidente della cooperativa 'I bambini di Truffault'.

Pubblicato in Bifest2016 il 02/04/2016 da Redazione

300 studenti al giorno, per sette giorni. Decine di scuole, provenienti da tutto il territorio pugliese. Tanti i docenti, numerosi i presidi. In soli cinque giorni, dall’apertura delle iscrizioni al BIF&st per le scuole si è registrato sold out della sala destinata alle proiezioni per le scolaresche che, quest’anno, avranno occasione di approfondire parte della più importante, o comunque la meno conosciuta, cinematografia di Ettore Scola, in modo particolare i titoli dei suoi film interpretati da Marcello Mastroianni. 

 

Ogni mattina, a cominciare da domani, le scolaresche, dalle ore 9.15, saranno introdotti alla visione del film giornaliero da Giancarlo Visitilli, critico cinematografico e giornalista (la Repubblica) e presidente della Cooperativa Sociale “I bambini di Truffaut” che, da sempre, organizza con il direttore del BIF&st, Felice Laudadio, una sezione apposita per le scuole.

Già mesi prima, gli operatori della Cooperativa hanno tenuto dei laboratori preparatori alla visione del Cinema di Scola, durante le mattinate, gli studenti hanno, quindi, la possibilità di incontrare uomini e donne che il cinema lo pensano, lo scrivono, lo girano, lo interpretano, lo musicano, ecc.

Come ogni anno, infatti, gli studenti potranno incontrare registi, scenografi, attori e attrici, che tengono vere e proprie lezioni di cinema o raccontano la loro esperienza, quest’anno, rispetto al cinema di Ettore Scola. La mattinata diventa anche occasione non solo di incontro, approfittando di offrire agli studenti e ai docenti gli elementi essenziali per decodificare le immagini e introdurre tutti ad una migliore fruizione della visione.

“In sei anni fa dacché scrivemmo il progetto "Bif&st Scuola", con la mia Cooperativa Sociale (I bambini di Truffaut) si faceva fatica a portare il pubblico durante i mattinè. Ricordo i primi due anni, per convincere i miei colleghi su quanto poteva essere di grande valore una lezione con Scola, con Tornatore, su Volonté, su Rosi, rispetto alle tante... e agli inutili e 'i programmi' (che esistono solo nelle teste di alcuni!). Ricordo anche gli studenti che l'anno su Troisi hanno esaurito le scorte dei dvd dei suoi film (neanche lo conoscevano...)”.

Infatti, la partecipazione al Bif&st per le scuole è solo una tappa importante di un progetto più strutturato, che dura l’intero anno con la maggior parte delle scuole che vi partecipano e che frequentano la rassegna annuale e tematica della Cooperativa.  

Come per sei anni, porteremo, ancora una volta, migliaia di studenti, centinaia di insegnanti e decine di presidi a fare la ‪#‎bellascuola con il Cinema, quello che non si vede, ma si studia, si discute e fa venire la voglia di pensare anche in Italia, a una scuola così...