Venerdì, 16 Aprile 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Turismo, Bari e la Puglia si preparano agli smart meeting: ecco i congressi all'insegna della sostenibilità (VIDEO)

Durante l'evento presentati i dati OICE, che vedono la Puglia tra le favorite per uno sviluppo futuro: 'È possibile intercettare una domanda in crescita'

Pubblicato in Turismo il 27/01/2016 da Giuseppe Bellino

Più congressi, più sostenibilità. È questo il messaggio lanciato durante l’evento “L’industria dei congressi nelle strategie di attrattività”, organizzato da Confindustria dal delegato Puglia  Federcongressi&Eventi Maddalena Milone.

 

Il Sud Italia, più in particolare la Puglia, stanno  entrando a far parte di una rete di congressi ed eventi che siano sempre più attenti alle buone pratiche di sostenibilità. Il nuovo andamento è stato confermato dai dati dell’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi (OICE) del 2014, presentati dalla dott.ssa Gabriella Ghigi: su 25 milioni e mezzo di congressi, solo 16,4% è stato organizzato al Sud. Questo rappresenta una grande opportunità per la Puglia, come confermato da Maddalena Milone: “È possibile intercettare una domanda in crescita, la regola infatti è che la maggior parte dei congressi non si svolgono due volte nelle stessa destinazione”.

 

Il concetto di sostenibilità, quasi sempre usato per indicare la stabilità di un ecosistema in ambito ambientale, può essere applicato anche in ambito sociale. Un esempio pratico è il progetto ‘Food for Good, from meeting to solidarity’, lanciato da Federcongressi in collaborazione con le associazioni onlus Fondazione Banco Alimentare e Equoevento. Il servizio è completamente gratuito, l’operatore che organizza l’evento deve soltanto comunicare l’evento a Federcongressi&Eventi.  In base alla località viene allertata una delle due fondazioni che si occupano del servizio e che provvederanno ad individuare la struttura caritatevole più vicina. La Onlus infine recupererà il cibo per poi consegnarlo alla struttura caritatevole, pronto per essere consumato. Maddalena Milone ha dichiarato che il progetto partirà a Bari nel 2016: “Nei due congressi internazionali  che si terranno a Bari quest’anno faremo un primo passo in questo percorso ‘green’ partendo proprio dal cibo per diminuire lo spreco degli alimenti”.

 

Bari dunque potrebbe candidarsi a fare da capofila al Sud in questo percorso verso la sostenibilità nei meeting e congressi a partire proprio dal 2016. Come? A spiegarlo è stata Annalisa Fauzzi, Social Innovator e Destination Marker del progetto Apulia2meet x Bari:  “In questo progetto sono stati messi a punto una serie di strumenti di promo-commercializzazione per  far conoscere meglio Bari come destinazione di eventi per i meeting e i convegni e aumentare la sua attrattività – ha spiegato– “ Fra le varie azioni strategiche studiate e proposte vi è proprio quella che riguarda la promozione di eventi smart per i quali la sostenibilità può essere declinata a 360 gradi, dall’ambiente al riciclo del cibo evitando gli sprechi, e  all’utilizzo di supporti di comunicazione riciclati, con un impatto di innovazione notevole”.

 

Ma come può essere organizzata una campagna di comunicazione che punta alla sostenibilità? Il prof. Matteo Bellomi, di Renbel Travel Group di Verona, ha illustrato la #BeeSustain, la campagna di comunicazione partita da Copenaghen e utilizzata durante un evento scientifico al Centro Congressi di Verona che ha coinvolto 650 persone. “Durante gli eventi – ha spiegato Bellomi - è possibile proporre ‘piccole pillole di buone azioni’ consapevoli e sostenibili, semplici e replicabili: partnership con iniziative no-profit per la sostenibilità, promozione di azioni ispirate ad uno stile di vita salutare, catering con prodotti locali e italiani, l’uso di documentazione digitale, versioni sempre aggiornate online di programmi, abstracts  e informazioni per limitare l'uso della carta stampata”.

 

“Credo molto nell’abbinamento fra sostenibilità e meeting industry in generale, ma ci credo ancora di più per Bari e la Puglia” ha affermato l’Assessora all’Industria Turistica e culturale, Loredana Capone, che ha concluso il convegno focalizzandosi su quattro priorità: Prodotto, Formazione, Accoglienza e Innovazione. “Stiamo lavorando in questa direzione, costruiremo insieme un piano strategico della Puglia e i nuovi bandi sono interessati a favorire l’industria turistica, culturale e dei servizi che accompagni ovviamente tutto questo percorso”. “La sinergia pubblico-privato è fondamentale – ha concluso l’assessora – la Puglia dovrà distinguersi per la sua organizzazione”. 



loading...