Martedì, 20 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Itinerario d'autore tra cripte e cappelle ipogee di Puglia

Mottola - Massafra - Manduria

Pubblicato in Turismo Enogastronomia il 25/07/2014 da Redazione
MOTTOLA - MASSAFRA - MANDURIA

Sabato 26 Luglio - Il nostro viaggio inizia con il suggestivo e inconsueto percorso storico artistico dei villaggi e delle chiese rupestri presenti nel territorio di Mottola. In una zona di rara bellezza, è custodito un patrimonio di cripte e cappelle ipogee. Impervia ma affascinane la discesa nelle gravine fino alle Cripte di Petruscio e San Nicola, famose per i loro affreschi bizantini ancora ben conservati. Continua la scoperta della Puglia nascosta tra sentieri scoscesi e gravine: è la volta di Massafra, un monumento naturale per gli speleologi. Tra lunghi e tortuosi crepacci emergono numerosissime cripte decorate dai monaci italo-greci. Anche nel centro del paese continua lo spettacolo da mozzafiato. La gravina è dominata dalla splendida scalinata della chiesa rupestre e dal castello medioevale, espressione architettonica tipica federiciana.
Proseguimento e sosta nell’agro di Massafra, dove tra il mare e la collina sorge imponente la Masseria Ciura www.aziendaagricolaciura.it. Previa prenotazione potremo visitare, la struttura seicentesca, nei secoli importante punto di riferimento per la vita agricola del territorio. Il proprietario della masseria, Donato d’Agostino, si occupa personalmente dell’azienda agricola e pretende una produzione impeccabile, curando con sapienza e passione le produzioni di agrumi e oliveti dell’intera filiera con occhio particolare a mantenere inalterate le proprietà nutrizionali e salutistiche dei prodotti agricoli. L’extravergine ottenuto dall’attenta combinazione di varietà locali riesce a sedurre differenti palati grazie al delicato sapore fruttato, guadagnando consensi in Italia e all’estero.
Partenza per Manduria antica città Messapica che ha prestato il nome ad uno dei più noti vini pugliesi: il Primitivo di Manduria. Visiteremo il Fonte Pliniano, una grotta naturale citata da Plinio il Vecchio nelle sue Storie Naturali e degli altri suggestivi ipogei.
Trasferimento in cantina Produttori Vini di Manduria e visita del museo della civiltà del vino primitivo http://www.museodelprimitivo.it/. Oggetti di vita quotidiana e attrezzi di lavoro del contadino di un tempo narrano la storia sociale e l’economia agraria di queste zone. Degustazione del Primitivo di Manduria doc e possibilità di assaggi dei piatti dell’autentica cucina tradizionale locale attraverso menù che riscoprono gli antichi sapori.
La sosta per il nostro relax è la Masseria Tenuta Potenti http://www.tenutapotenti.it/, dove la vivace ospitalità di Paolo e Maria Grazia rinfranca il viaggiatore in una esclusiva riservatezza e gioia di vivere la campagna. Il viaggiatore appassionato potrà assistere ai corsi di cucina, nonché alla lavorazione dei manufatti di produzione della masseria, tra tenui profumi e sapori mediterranei. Cena ricca di piatti odorosi di erbette aromatiche e saporiti ingredienti scelti tra ciò che la natura circostante ci offre. Antichi ovili e casette dei contadini accoglieranno i visitatori per il pernottamento.

Domenica 28 luglio - Anche la prima colazione è tematica, i dolci fatti in casa trionfano sui lunghi tavoli in un’armonia di colori e profumi inebrianti e indimenticabili.
Dopo la prima colazione Il secondo giorno è dedicato a momenti di introspezione e intimo relax nell’hammam del centro benessere. Tutto intorno rallenta, il rumore, la fretta, il tempo scompaiono e il viaggiatore immerso nel silenzio potrà ritrovare la pace con il sostegno didattico di un maestro yoga.

loading...