Martedì, 20 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Turismo, la Puglia tra le mete più gettonate. Stefàno, Sel: 'Ora investiamo sulla sicurezza'

Un milione di turisti hanno visitato il Salento in soli due mesi, tuttavia urgono strategie per regolamentare il divertimento sfrenato

Pubblicato in Turismo il 17/08/2015 da Redazione
Il Salento è tra i primi posti nella classifica delle mete estive più frequentate in Italia. Dall’inizio della stagione si contano circa un milione di visitatori, senza dimenticare il boom di turisti registrato nelle località garganiche. Il turismo è uno dei settori più sviluppati in Puglia, anche se tiene banco la questione sicurezza. Sull’argomento è intervenuto il senatore di Sel, Dario Stefàno: “In questi anni tanti operatori e istituzioni in straordinaria sinergia hanno fatto grandi sforzi e investito molto per dare una prospettiva solida e credibile al nostro territorio in termini di accoglienza e di offerta turistica, mettendo a sistema le culture dei luoghi con le bellezze naturali e artistiche”. Tuttavia non si può trasformare la Puglia nella patria del divertimento senza limiti, condita dall’assenza di controllo: “Non possiamo cedere al ricatto del divertimentificio e dello svago a tutti i costi ed a ogni orario. In tal senso – continua Stefàno -, la prima cosa da fare è analizzare le anomalie di fenomeno, senza alcune sottovalutazione: dobbiamo affrontarlo subito e con tutte le forze a disposizione”. “È necessario contrastare questa propensione al business sfrenato e al consumo di massa – continua il parlamentare - frenare il diffondersi di questa idea della nostra terra quale mecca del divertimento intensivo senza identità e valori e senza regole. Noi siamo il Salento, siamo la Puglia. Abbiamo tutto ciò che serve per essere u n’oasi felice, abbiamo fatto dell’accoglienza la nostra mission e dobbiamo solo essere in grado di ripartire dalla nostra cultura e dalle nostre peculiarità”. Il turismo non può e non deve essere vissuto dai cittadini pugliesi come un condanna, che porta alla devastazione delle bellezze della nostra regione.

loading...