Martedì, 22 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Itinerario d'autore alla scoperta di sua Maestà l'Olio extravergine di Oliva

Tra aziende agricole, storia e tradizioni nel nostro percorso che attraversa Lucera e San Severo

Pubblicato in Turismo il 17/05/2014 da Doriana Cisonno
LUCERA - SAN SEVERO

Sabato 17 maggio - L’itinerario di questa settimana ci conduce alla scoperta dell’”oro verde pugliese”: l’olio extravergine d’oliva. Ci dirigiamo verso la contrada Perazzelle sulla SP 116 dove visiteremo (previa prenotazione) l’Agricola Paglione www.agricolapaglione.it. Le famiglie Albano e Faccilongo danno vita da quattro generazioni alle aziende agricole che oggi puntano soprattutto sul biologico e sulla produzione di varietà autoctone e lavorazione artigianale. Potremo assaggiare i sublimi sott’oli dove il pomodoro regna sovrano. L’olio extravergine ricavato dalla Nasuta, Peranzana, Coratina e Leccino è uno tra i top premiati da diverse guide specializzate.
Il viaggio prosegue per Lucera, città templare per antonomasia, ma che da sempre esercita un'attrazione dettata dalla storia stratificata nei suoi vecchi edifici. Rivoli di strade su cui si affacciano splendidi palazzi signorili barocchi o neoclassici, ricchi di stucchi, decorazioni o intarsi di oro zecchino. E proprio da una di queste stradine si arriva al centro di una vasta piazza nella quale sorge il Duomo, dallo stile gotico - bizantino e dalla pianta a croce latina. Sull'antica rocca Diomedea sorge invece, l'imponente Palatium voluto da Federico. Da non perdere la visita al superbo anfiteatro romano.
Pranzo dal Cortiletto www.ristoranteilcortiletto.it ubicato in un antico palazzo nobiliare. Paolo Laskavy, patron del ristorante, interpreta il territorio in chiave moderna proponendo un menu ricco di storia e tradizione. Tra le proposte per l’antipasto c’è il carpaccio di maialino in misticanza con ricotta, confettura di fichi fioroni, mandorle tostate, fiori secchi ed emulsione di vin cotto, mentre tra i primi interessante l’assaggio dei troccoli con carne sfumata con moscato, cipolla rossa, fonduta di caciocavallo e seme di papavero con scaglie di parmigiano.
Pernottamento da Palazzo D’Auria Secondo www.palazzodauriasecondo.it, che conserva affreschi d’epoca, splendide corti e arredi sontuosi.

Domenica 18 maggio - Dopo la prima colazione il viaggio prosegue alla volta di San Severo alla scoperta del centro storico della cittadina di notevole pregio. Il grande borgo antico è un gioiello ricco di monumenti prevalentemente barocchi. Lungo il percorso ci attende un'altra tappa storica: l'ex prigione dei carbonari Morelli e Silvati. In questa splendida realtà del '700, oggi sorge la cantina Daraprì www.darapri.it dove con il Bombino bianco, vitigno autoctono, si produce uno spumante metodo classico tra i più pregiati d'Italia. Vini millesimati pluripremiati ottenuti con un’attenta pressatura, un sapiente taglio, il rèmuage fatto a mano e il degorgemant solo prima degli ordini. La discesa nei sotterranei (visite su prenotazione) è un’esperienza indimenticabile che culmina con la degustazione delle eleganti e raffinate bollicine.
Ultima tappa del nostro viaggio è Torremaggiore, dove il tempo sembra essersi fermato. Il paese dal tipico borgo medioevale conserva un bellissimo Castello Ducale, carico di suggestioni.