Venerdì, 13 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Nuovo volo Bari-Mosca, Federalberghi: 'Segnale di consolidamento per il turismo russo'

Pubblicato in Turismo il 16/04/2019 da Redazione

Decolla il nuovo volo diretto da Bari per Mosca Vnukovo della Podeba Airlines, il vettore low cost del gruppo Aeroflot. Si volerà ogni martedì, giovedì e sabato. Il collegamento con la capitale russa si aggiunge al volo già operante con la S7 Airlines su Mosca Domodedovo. Un’importante risultato per Aeroporti di Puglia e per la destinazione Bari.  

“Con il ponte d’acqua del volo inaugurale della Podeba Airlines su Mosca – ha dichiarato Francesco Caizzi, presidente della Federalberghi Puglia e Bari-Bat – gli albergatori hanno centrato un altro importante risultato, dopo quello dello scorso anno con il volo della S7 Airlines su Domodedovo, l’altro grande aeroporto moscovita. La destinazione Russia ha registrato la nostra attenzione da tempi non sospetti. E il lavoro costante della nostra associazione ha portato ai vertici degli Aeroporti di Puglia un nostro esponente che ha completato con caparbietà e tenacia l’obiettivo di collegare stabilmente la Puglia alla Russia”.
“La maggiore disponibilità di voli che collegano Bari a due dei più importanti aeroporti della capitale russa – ha aggiunto Caizzi – aprono nuovi orizzonti di sviluppo in ambito turistico ed economico, ma, innanzi tutto, consolidano i rapporti tra la Puglia e il popolo russo. Siamo stati sempre attenti all’andamento dei flussi turistici da e per la Russia e questi risultati confermano che Bari e l’intera Puglia possano veramente diventare l’hub cruciale per lo sviluppo del turismo russo sia religioso sia leisure”.
“Oggi – ha concluso il capo degli albergatori baresi e pugliesi - si può affermare a ragion veduta che disponiamo di tutti gli elementi per poter elaborare un vero e proprio piano strategico per la Russia da parte del territorio barese, allargato alla Puglia intera, che dia precisi indirizzi alla ricettività alberghiera e non, al tempo libero, alla ristorazione, alla cultura, ai trasporti, ai tempi e ai luoghi della religiosità, allo shopping”.