Venerdì, 18 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

L'itinerario d'autore di questa settimana ci porta nella Daunia

Borghi storici, botteghe e luoghi speciali dove deliziare il palato

Pubblicato in Turismo Enogastronomia il 11/04/2014 da Doriana Cisonno
L'Itinerario d'autore di questa settimana è: Bovino – Orsara di Puglia

Ci sono uomini che vivono il proprio territorio, lo amano e lo trasmettono al mondo. Peppe Zullo lo fa in patria, ma anche fuori, organizza eventi e manifestazione per promuovere la sua Daunia, porta con se pezzi di storia dell’alimentazione e crea sinergie con altri territori. A Vinitaly – Verona – i piatti della Puglia hanno incontrato i vini friulani delle cantine Cormons. Azienda nota per aver promosso il progetto i vini della pace, storie di etichette d’autore firmate da nomi tra i più prestigiosi del mondo del’arte, quali Arnaldo Pomodoro, Dario Fo, Michelangelo Pistoletto, Salvatore Fiume, Giacomo Manzù, Mimmo Paladino, Fernando Botero e Yoco Ono. Un connubio perfetto tra Puglia e Frliuli, sintonia assoluta tra orecchiette di grano arso, condite con salsa di marasciuolo e di borragine e cacio ricotta abbinate ai vini friulani.
Delizia per il palato!

Sabato 12 aprile - I Like Puglia questa settimana ci conduce lontano dalle solite mete turistiche in un viaggio tra le dolci colline dei Monti Dauni alla scoperta di borghi medioevali e della buona gastronomia locale. La prima tappa è Orsara attraverso sinuose stradine inerpicate tra boschi, torrenti e distese di grano. La primavera calda e anticipata quest’anno ha prodotto una vegetazione esplosiva che offre un’ampia varietà di erbe spontanee dai profumi inebrianti.

Il borgo medievale offre una silenziosa e suggestiva passeggiata tra le botteghe di una volta tra cui il forno del ‘500 alimentato a paglia, che diffonde profumo e gusto inconfondibile.

Ci trasferiamo nella campagna circostante dove al ristorante del “Paradiso” ci attende Peppe Zullo, http://www.peppezullo.it. Qui si trasmette la bellezza dei luoghi, la storia, la tradizione culinaria. È un viaggio all’origine del cibo, alla conoscenza delle erbe spontanee e dei profumi autoctoni, con Peppe “mangi il territorio". Ci insegna i segreti della sua cucina genuina, ci porta nell’orto dei sapori per raccogliere insieme i prodotti della terra che cucineremo insieme nella sua bella cucina a vista. Peppe racconta una Puglia “più forte” e ci prepara favette fresche con cacio ricotta e mosto cotto, maccheroni a coltello di Grano Strampelli con asparagi selvatici e capocollo croccante. Perfetto l’abbinamento del vino di produzione Aliuva, un blend di uve Tuccanese e Nero di troia. La cantina racconta il lavoro di ricerca dei vitigni autoctoni e le mille attività dell’eclettico personaggio. Per la notte ci accolgono le sobrie, ma colorate stanze da letto per un riposo tranquillo immersi nel verde del “Paradiso”.


Domenica 13 aprile - Trasferimento a Bovino, paese dagli ottocento portali in pietra, annoverato tra “I più bei borghi d'Italia”. Francesca Smacchia, guida turistica accreditata, www.prolocobovino.it , ci accompagnerà lungo il percorso per farci ammirare la Basilica cattedrale con la sua facciata in primitivo stile gotico, foriera del romanico pugliese, i palazzetti nobiliari, le abitazioni dalle volte a botte in mattoncini, le bellissime corti e la ben conservata pavimentazione in pietra di fiume. Sosta al ristorante La Cantina dove il racconto dei prodotti serviti a tavola da Nicola e Agata costituiscono il valore aggiunto al territorio, ai profumi e ai sapori che resteranno indelebili anche alla fine del nostro viaggio.

Per un momento di relax c’è Palazzo san Procopio, http://www.palazzosanprocopio.it, dove troveremo grande attenzione per il restauro conservativo e gli arredi. Ricavato nella roccia, il centro benessere è dotato di bagno a vapore, vasche idromassaggi, doccia emozionale e dulcis in fundo di una grotta del sale che pare sia davvero terapeutica per grandi e per i bambini. Quattro belle camere e una suite offrono tutti i confort.