Sabato, 19 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

20 weekend di relax tra Altamura e Santeramo con 'Itineramurgia 2014'

La proposta del Gal Terre di Murgia per tutta la famiglia

Pubblicato in Turismo Enogastronomia il 06/05/2014 da Redazione
Si chiama “Itineramurgia” ed una è una formula innovativa itinerante di valorizzazione e animazione del territorio a cura del Gruppo di azione locale (Gal) Terre di Murgia. L’edizione Spring – Summer 2014 è stata presentata ai giornalisti nella Camera di Commercio di Bari da Silvia Godelli, assessora al Turismo della Regione Puglia, Giuseppe Riccardi, vice presidente della Camera di Commercio di Bari, Pasquale Lorusso, direttore tecnico del Gal Terre di Murgia, Giovanni Dambrosio, presidente dell’associazione Orme Bike. Il programma prevede 20 week-end tra degustazioni di prodotti tipici, laboratori del gusto, escursioni, eventi culturali ed attività in masserie didattiche e sociali tra Altamura e Santeramo. Si concluderà a settembre con la ‘Notte dei claustri’.
“È dal 2009, da quando abbiamo redatto il piano di sviluppo del territorio, che siamo a lavoro ed oggi – ha spiegato Lorusso – raccogliamo i sacrifici del nostro operato, il frutto della strategia unitaria e di condivisione con il territorio. A mettersi in gioco è un sistema di 40 operatori che ha deciso di sviluppare la vocazione turistica dell’entroterra murgiano offrendo, principalmente all’area metropolitana ed ai suoi cittadini, un ‘respiro dalla città’ attraverso eventi ed itinerari che coinvolgono ambiente e natura, storia e cultura, artigianato, gusto e sapori. Si spazia dalle passeggiate in carrozza alle escursioni in bici, alle attività con cavalli ed asini, sino a laboratori archeologici, di enogastronomia ed esperienze del gusto, festival e parchi avventura”.
Gli itinerari, con servizi e informazioni turistiche e tecniche, sono stati censiti e sono consultabili come tutto il programma sul sito www.murgiapride.com oltre che su app per smartphone. Ne sono un esempio i percorsi studiati dall’associazione Orme Bike: “Porto con piacere i turisti a visitare i nostri luoghi, accessibili ai più – ha raccontato Dambrosio - perché l’altopiano, a differenza di quel che si crede normalmente, non presenta grossi dislivelli. È da anni che percorriamo il territorio, credendo nella sua riscoperta tra toponimi storici e leggendari, strade, tratturi e siti d’interesse ambientale e culturale”.
“Quella proposta dalla Murgia è un’offerta territoriale molto significativa che consente – secondo Godelli – d’integrare l’entroterra con il mare caratterizzando positivamente il turismo pugliese. Sono parecchi anni che lo sottolineiamo in quanto richiesto dal grande turismo internazionale, che vuole soprattutto autenticità dall’offerta turistica. La Murgia poi è terra di prodotti enogastronomici della tradizione, molto ricercati in Italia e all’estero. La Regione con l’agenzia del turismo Pugliapromozione sostiene proprio questo tipo di proposte integrate e polivalenti, lavorando attraverso i Gal per specializzare l’offerta sul territorio. E i risultati – ha aggiunto l’assessore – ci danno ragione visto che la Puglia è l’eccellenza nelle regioni del Sud, segnando a fine 2013 un più 20% di presenza di stranieri e registrando un impatto del turismo sul Pil pari all’8%, a fronte del 3,4% del 2006”. “L’auspicio – ha concluso Riccardi – è che questo sforzo continui a dare i suoi frutti e che il turismo sia sempre più uno dei pilastri della crescita”.