Giovedì, 12 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Rifiuti, Nicastro: Puglia no matrigna, slittata ecotassa per i Comuni

L'obiettivo è di risollevare le percentuali di raccolta cercando di non vessare i cittadini

Pubblicato in Sviluppo Ambiente il 31/07/2014 da redazione
"A dimostrazione del fatto che la Regione Puglia non e' matrigna e non ha nessuna intenzione di vessare le amministrazioni locali e, tanto meno i cittadini, il Governo ha inteso offrire uno step intermedio nell'applicazione dell'ecotassa a beneficio di quelle realta' che, pur avendo avviato un percorso virtuoso ed avendo modificato i servizi di raccolta, non sono riusciti a centrare l'obiettivo dell'incremento del 5% al 30 giugno scorso". Lo afferma l'assessore alla Qualita' dell'Ambiente della Regione Puglia Lorenzo Nicastro, a proposito dello slittamento dell'ecotassa decisa ieri sera all'unanimita dal Consiglio regionale in sede di assestamento di bilancio. E' stato lo stesso assessore a presentare l'emendamento al fine di evitare l'aggravio economico ai Comuni. La norma consente alle amministrazioni, che si impegnino a raggiungere entro novembre un incremento pari almeno al 6%, di chiedere entro il 30 settembre 2014 la rideterminazione dell'aliquota. "L'obiettivo comune - prosegue - deve essere di risollevare le percentuali di raccolta e assicurarsi che le frazioni seguano il percorso del riuso dei materiali puntando a ridurre al minimo indispensabile l'indifferenziato da trattare e condurre in discarica".