Domenica, 15 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari il progetto, 'Cantieri di cittadinanza' funziona: 11 tirocini trasformati in contratti di lavoro (VIDEO)

L'assessora alle Politiche del Lavoro, Paola Romano: 'Questa iniziativa risolve il problema della disoccupazione, ma abbiamo pensato di mandare un messaggio alle persone più in difficoltà'

Pubblicato in Sviluppo il 30/12/2015 da Giuseppe Bellino

Risultati più che positivi quelli che arrivano dalla prima parte del progetto ‘Cantieri di cittadinanza’ , promosso dal Comune di Bari insieme ai sindacati e alle associazioni datoriali. Undici tirocini formativi si sono infatti trasformati in posti di lavoro: otto cittadini hanno firmato un contratto a tempo indeterminato, altri tre a tempo determinato.

In undici mesi, dalla chiusura del bando a febbraio fino ad oggi, si sono svolti 1898 colloqui e sono stati attivati 348 tirocini formativi: 264 cantieri di cittadinanza e 84  del progetto Nebsoc. Per non creare concorrenza tra giovani e persone più anziane, il Comune di Bari ha emanato due bandi diversi: uno rivolto a persone residenti a Bari almeno da 6 mesi con un reddito inferiore a 3000 euro residenza a ed età compresa tra i 30-55 ( Cantieri di cittadinanza), l’altro rivolto invece agli over 45 con un punteggio in più per chi aveva più di 55 anni (progetto Nebsoc).

Sono stati conclusi 20 Cantieri di Cittadinanza, che hanno portato a quattro assunzioni, mentre su 84 tirocinanti Nebsoc le aziende hanno deciso di assumerne sette.

“Questo per noi è il risultato più importante dell'anno che si avvia a concludersi e insieme un segnale di speranza per il 2016dichiara il sindaco Decaro – I cantieri di cittadinanza sono uno strumento positivo, non è stato soltanto un sostegno al reddito. Adesso ben 11 persone non hanno più bisogno di una forma di sostegno perché hanno trovato un lavoro”.

“Le aziende hanno risposto positivamente al nostro progetto – dichiara l’assessora alle Politiche del Lavoro, Paola Romano – ci sono pervenute ben 619 richieste di tirocini da 190 realtà diverse. Questa iniziativa non può certo risolvere il problema della disoccupazione in città, ma abbiamo pensato di mandare un messaggio alle persone più in difficoltà. Siamo contenti che, grazie all'aggiunta di fondi regionali ai fondi comunali potremo attivare altri 100 tirocini che si sommano ai 400 già previsti”.

All’incontro hanno partecipato anche Daniela Colace, 40enne barese, e Antonio Sbrighi, operaio 63enne, due degli undici beneficiari dei tirocini formativi che hanno firmato un contratto con le aziende ‘Leroy Merlin’ e ‘Euro Pulish’.

“Mi sono trovata subito in una grande famiglia – dichiara Daniela – mi è stata concessa una grandissima opportunità. Essere stata selezionata da quest’azienda è stato un grande privilegio, posso dire di aver avuto un grande regalo di Natale”.