Lunedì, 23 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Stabilimenti balneari aperti tutto l'anno, sì della Sovrintendenza. Il governatore Emiliano: 'E' stato compiuto un grande passo avanti'

L'assessora allo Sviluppo economico, Loredana Capone: 'Patto strategico, operatori balneari saranno garanti della tutela del territorio'

Pubblicato in Sviluppo il 29/10/2015 da Redazione

Soddisfazione del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e dell’assessore allo Sviluppo economico, Loredana Capone, per l’esito del tavolo tecnico tenuto questa mattina, in Prefettura di Lecce, alla presenza di Regione Puglia, Sovrintendenza per le Belle Arti e il Paesaggio, Provincia e delle associazioni di categoria Confindustria, Federbalneari, Laica, Sib Confcommercio, Associazione operatori turistici di Gallipoli e Associazione piccole e medie imprese, per discutere del mantenimento degli stabilimenti balneari.

“Un passo importante è stato compiuto - ha detto il presidente Emiliano. Adesso siamo pronti a portare le istanze del territorio in Conferenza dei Servizi. Lo facciamo compatti e con un obiettivo comune: responsabilizzare gli operatori balneari mettendoli, però, nelle condizioni di rispondere ad una domanda turistica che è sempre più ‘all season’. Perché il tema della tutela del paesaggio è un tema di prioritaria importanza per la Regione Puglia ma lo è anche la prospettiva di beneficio economico che un turismo destagionalizzato porterebbe ad una regione, come la nostra, che ha tutte le carte in regola per attrarre visitatori in ogni giorno dell’anno”.

L’incontro, coordinato dal prefetto Claudio Palomba si è concluso, infatti, con l’impegno di convocazione, entro quindici giorni, di una Conferenza dei Servizi, alla presenza della Regione Puglia, per procedere alla definizione di una regolamentazione che ponga fine al contenzioso.

“Oggi – ha aggiunto l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone – è stato suggellato un patto strategico che, non soltanto vede le istituzioni al fianco degli operatori balneari, ma esorta questi ultimi a diventare costruttori di buone prassi e, dunque, garanti della tutela del territorio. Un patto fiduciario che unisce gli intenti e, al contempo, consentirà alle imprese, con procedure più facili e veloci, di lavorare più mesi l’anno con la garanzia di maggiore qualificazione dell’offerta e del mantenimento dei livelli occupazionali”.



loading...