Lunedì, 16 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Trenitalia sempre più impietosa con il Sud, tagliati i servizi a bordo

Dal primo novembre, chi viaggia sugli InterCity dal Sud verso il Nord non potrà usufruire dei servizi di ristorazione

Pubblicato in Sviluppo il 29/10/2013 da Costanza Carrieri

Il Sud non è una priorità per Trenitalia, la società pubblica controllata dal Tesoro. L’ultima trovata dell’Azienda di Mauro Moretti, denunciata in una nota congiunta dai sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil-Uil, Orsa e Ugl, la racconta tutta. “Dopo il taglio dei treni, della qualità del materiale rotabile da e per il Sud, i prossimi ad essere tagliati saranno anche i servizi a bordo”.

Dal prossimo primo novembre infatti, la ristorazione e la vendita dei prodotti alimentari a bordo dei vagoni, non sarà più prevista sui treni InterCity. I sindacati ci spiegano che “la maggiore offerta di InterCity riguarda il Sud ed in particolar modo la direttrice Adriatica” e che quindi “è un altro passo nel discriminare i cittadini/clienti del Sud Italia rendendoli viaggiatori di serie B”. Di quelli che anche per comprare una bottiglietta d’acqua dovranno scendere alle fermate per correre da un capo all’altro dei binari, proprio come si faceva decenni fa.

Della serie: “Indietro nel tempo”.  Il binomio Trenitalia – Sud fa registrare purtroppo la «soppressione» dei moderni treni Etr500 (oggi Frecciarossa) utilizzati sulle tratte del centro-nord del Paese, una scarsa attenzione verso i suoi viaggiatori ed ora anche la cancellazione dei servizi a bordo.

Al Sud, e in particolare lungo la dorsale Adriatica, si è tornati a viaggiare sulle vecchie carrozze ad una velocità media di 110/120 km orari da Lecce a Milano anche con cambi diurni a Bologna. Mentre, sui treni super veloci da Roma a Milano, da Venezia a Roma, da Napoli a Milano, Trenitalia non si risparmia. Recandosi al bar dei treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca, non c’è che l’imbarazzo della scelta: dai croissant agli snack salati, dal caffè alla macedonia, da un primo piatto caldo, al piatto di formaggi, alla selezione di salumi di alta qualità.