Sabato, 19 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Al via il 'Bari International Gender Film Festival', il festival del cinema sulle diversità di genere

Il BIG!ff si terrà dal 13 al 15 novembre e intende contribuire alla sensibilizzazione politica e culturale nel panorama regionale

Pubblicato in Sviluppo il 28/10/2015 da Redazione

Dal 13 al 15 novembre, al Cineporto di Bari, si terrà la prima edizione del Bari International Gender Film Festival, il festival del cinema sulle diversità di genere della città di Bari. Il BIG!ff intende contribuire, attraverso il cinema di qualità, alla sensibilizzazione politica e culturale nel panorama regionale e avere un profondo ruolo sociale nella costruzione e diffusione di una cultura di rispetto verso tutte le diversità di genere presenti sul territorio pugliese.

 

Il 3 e l'11 novembre (dalle 16 alle 19), inoltre, si terranno due incontri in attesa della manifestazione, due Dialoghi intorno al BIG!ff nell'ex Palazzo delle Poste di Bari, organizzati dal Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia e Comunicazione e dall'Archivio di Genere dell'Università di Bari. Per ciascun seminario sono previsti 0,25 CFU. I Dialoghi aderiscono alla rete Generare Culture Nonviolente, promossa dall'Assessorato al Welfare del Comune di Bari.

 

Il Festival, sostenuto da Apulia Film Commission, è organizzato dal soggetto proponente, l'associazione socioculturale “Gravina Città Aperta” Circolo FICC (Federazione Italiana dei Circoli del Cinema, responsabile Mimmo Di Gennaro, presidente del BIG!ff), in collaborazione con Cooperativa AL.I.C.E (Alternative Integrate contro L’Emarginazione, responsabile Tita Tummillo, coordinatrice del BIG!ff) e l'associazione SoftCrash  (responsabile Miki Gorizia, direttore artistico del BIG!ff).

 

Ogni grande capoluogo d’Italia ha un suo festival del cinema sulle diversità di genere, alcuni dei quali, soprattutto a Nord, sono noti da più di un decennio quali punti di riferimento e richiamo internazionale di emancipazione e progresso politico, sociale, culturale: Torino, Milano, Firenze, Bologna. Il progetto BIG!ff vuole sopperire ad una profonda lacuna culturale che una Regione attenta ai mutamenti sociali, come la nostra, non può trascurare.

Questo Festival, investendo nel campo del cinema e delle visioni possibili, vuole compiere un salto culturale: andare oltre le barriere linguistiche e concettuali o delle cronache della realtà rappresentative dello status quo e prefigurare un territorio “ideale”, in cui non c’è più bisogno di etichettare, inquadrare, definire, includere o escludere. Siamo tutti parte di un’umanità bizzarra e sfaccettata in cui non esiste più un modo di essere maschio/femmina rigido e monolitico o un modello comportamentale predominante. L’identità di genere è una materia liquida e fluida, non definibile all’interno di una gabbia etimologico-grammaticale preconfezionata, e il cinema, con il suo potere di immaginare mondi altri, presentare narrazioni forti ed emotive, con la capacità espressiva di svelare i sentimenti umani, è capace di trasformare sguardi ed opinioni su temi di particolare sensibilità.