Giovedì, 21 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Un barese nella classifica dei 100 più importanti scienziati italiani

Nicola Giglietto è docente di Fisica sperimentale al Politecnico di Bari. Nella classifica pubblicata da Virtual Italian Academy è al cinquantesimo posto

Pubblicato in Sviluppo il 26/10/2013 da C.F.

E’ 50esimo nella classifica dei cento migliori scienziati italiani. Si tratta di Nicola Giglietto, un professore barese che insegna Fisica sperimentale presso il Dipartimento interateneo di Fisica dell'Università e del Politecnico di Bari.

Giglietto, 52 anni, è il primo tra i docenti dei Politecnici italiani. I suoi temi di interesse scientifico spaziano dalla fisica sperimentale all'astrofisica, con particolare riferimento allo studio e osservazioni dei raggi cosmici e gamma. Proprio attraverso i raggi gamma, il team di ricerca di Giglietto, ha potuto scoprire nella nostra galassia, la «via Lattea», nel 2011, una classe di «Pulsar» (stelle a neutroni, a rapida rotazione su se stessa), finora ignote, ampliando la conoscenza riguardo le possibili sorgenti dei raggi cosmici.

La classifica segnala i docenti e i ricercatori italiani che si sono distinti per il maggior impatto scientifico attraverso le loro pubblicazioni, pubblicata dalla «Virtual Italian Academy», network internazionale con sede a Manchester, al quale aderiscono 400 docenti-ricercatori. La graduatoria misura gli scienziati con l'indicatore H index che indica il grado di diffusione delle proprie pubblicazioni sulle riviste scientifiche. In classifica è presente al 69esimo posto, anche il professore Giuseppe Iaselli, docente di fisica sperimentale del Politecnico di Bari.