Martedì, 16 Luglio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari: l'assessore Galasso incontra i progettisti per il riordino della rete fognaria cittadina

All'incontro hanno partecipato anche i rappresentanti degli enti interessati

Pubblicato in Sviluppo il 26/06/2015 da Redazione
L'assessore Giuseppe Galasso e itecnici comunali della ripartizione Lavori pubblici hanno incontrato i progettisti di Italprogetti incaricati dello studio di riordino della rete di fognatura bianca e nera della città, i rappresentanti di AQP, AIP (autorità Idrica Pugliese), Regione Puglia e Città metropolitana, nel corso del quale i progettisti hanno presentato le risultanze del censimento di tutta la rete fognaria esistente, le criticità riscontrate e le possibili soluzioni da adottare, anticipandole di fatto a tutti gli enti interessati.
Particolare attenzione è stata dedicata alle condotte Picone e Matteotti e alle soluzioni per poter eseguire interventi strutturali sulla rete esistente, anche mediante la costruzione di nuovi tronchi capaci di intercettare le portate che oggi confluiscono nelle citate condotte, così da ridurre i volumi in scorrimento a seguito delle precipitazioni piovose che determinano le aperture delle paratoie e il conseguente sversamento in mare.
Nel merito di alcuni aspetti emersi durante l'incontro, i progettisti di Italprogetti hanno assunto l'impegno di completare le analisi di dettaglio delle soluzioni ipotizzate per risolvere le criticità, in modo da consegnare lo studio completo entro pochi giorni.
L'assessore Galasso ha chiesto a progettisti di predisporre quanto necessario per presentare pubblicamente, entro il mese di luglio, l'intero studio, che verrà poi trasmesso ufficialmente a tutti gli enti interessati per acquisirne formali pareri o indicazioni, in modo da poter definire quali progetti preliminari sviluppare con i progettisti nella seconda fare del loro incarico.
"Siamo di fronte ad un momento importante per la nostra città - commenta Galasso - in quanto dovremo decidere in base alle risultanze dell'incarico, alle criticità riscontrate, ai costi presunti e ai possibili tempi di attuazione, quali scelte sarà più opportuno fare per avviare un insieme di progetti e opere che nei prossimi anni punteranno a separare tutti quei tratti di fognatura mista, come ad esempio le condotte Matteotti e Picone, che di fatto costituiscono il più grosso problema dell'attuale sistema fognario della città".

loading...