Venerdì, 22 Febbraio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Agricoltura e giovani migranti, si concludono i progetti CIHEAM

52 gli iscritti di età compresa tra i 18 e 35 anni

Pubblicato in Sviluppo Istruzione Sviluppo e Lavoro il 21/06/2014 da Redazione
Cerimonia di chiusura per i due progetti, SOFIIA 2 e AFORIL, che hanno riguardato la formazione di giovani dei Paesi Terzi di età compresa tra i 18 e i 35 anni. La conclusione si terrà oggi nell’Aula Magna dell’Istituto di Bari del CIHEAM. In particolare, il corso di formazione sull’Imprenditoria Agricola e Agroalimentare rientra nell’ambito delle attività del Progetto SOFIIA 2 - Sostegno, Orientamento, Formazione, Imprenditoria per Immigrati in Agricoltura, ha avuto scopo di incoraggiare interventi volti a sostenere i giovani cittadini dei Paesi Terzi interessati ad avviare attività imprenditoriali nel settore agricolo e agroalimentare. SOFIIA 2 è stato realizzato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, co-finanziato dal Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini dei Paesi terzi (FEI) e dal Ministero dell’Interno, in collaborazione col CIHEAM di Bari per la formazione e la comunicazione; C. Borgomeo&Co s.r.l. - Ager s.r.l e Puglia Natura - IFOC per il Servizio di Orientamento e Sostegno alla creazione di impresa (SOS).
Il progetto è stato realizzato in Puglia, Veneto e Umbria ed ha riguardato la formazione di 52 (dei 92 inizialmente iscritti) giovani immigrati, provenienti da 14 Paesi, senza differenza di genere, in possesso di regolare permesso di soggiorno in Italia e occupati a tempo determinato e/o stagionale nel settore agricolo.Il percorso di formazione è stato sviluppato secondo una metodologia che ha compreso sia formazione in aula, sia attività svolte in aziende agricole selezionate, sui temi della gestione d’impresa agricola e agroalimentare, ed un servizio di sostegno e orientamento alla creazione di un’impresa. Nelle tre regioni coinvolte sono state realizzate cinque aule didattiche con tutor: due in Puglia a Lecce e San Severo; in Veneto a Chioggia; due in Umbria a Perugia ed Umbertide. Il Servizio di Orientamento e Sostegno alla creazione di impresa (SOS) è stato erogato attraverso sportelli territoriali realizzati nelle tre regioni coinvolte e, precisamente, otto in Veneto, due in Umbria e dieci in Puglia. Destinatari del progetto di Formazione Pre-partenza per Immigrati Lavoratori in Agricoltura - AFORIL sono stati 106 cittadini residenti in Marocco e Moldova, senza distinzione di genere, interessati al lavoro stagionale nel settore agricolo e agroalimentare. Il programma formativo condotto in Marocco e Moldova ha consentito ai destinatari di acquisire competenze professionali e conoscenze utili all’integrazione socio-economica, culturale e lavorativa una volta giunti in Italia. Ciò al fine di offrire una migliore opportunità di lavoro qualificato nel settore agricolo ed agroalimentare. I beneficiari del corso di formazione sono stati selezionati in base alle richieste e/o esigenze delle aziende aderenti al progetto. AFORIL è stato realizzato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, co-finanziato dal Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini dei Paesi terzi (FEI) e dal Ministero dell’Interno, in collaborazione col CIHEAM di Bari Il MiPAAF ed il CIHEAM-Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari hanno garantito la gestione, l’assistenza e il monitoraggio dell’attività di progetto nei Paesi beneficiari (Marocco e Moldova) e in Italia nelle aziende che assumeranno gli operatori provenienti dai due Paesi citati. Alla cerimonia, che inizierà alle ore 9.30, parteciperanno, tra gli altri, Cosimo Lacirignola, il Segretario Generale del CIHEAM, Giuseppe Sallemi, Dirigente del MiPAAF; rappresentanti della Regione Puglia e del Ministero del Lavoro oltre ai corsisti provenienti da Albania, Bangladesh, Benin, Ciad, Coana, Gambia, Guinea, Marocco, Niger, Nigeria, Pakistan, Perù, Senegal, Tunisia ed i partner di progetto.


loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet