Lunedì, 4 Luglio 2022 - Ore
Facciamo Notizie

Sulla qualità dei trasporti pubblici a Bari

Le considerazioni di Mirella Giannini componente del Direttivo "Associazione Murattiano"

Pubblicato in Sviluppo il 20/04/2014 da Mirella Giannini
Quando si dice la fortuna … martedì scorso (15 aprile 2014) esco dalla stazione centrale, piove ma riesco ad entrare nel bus navetta 20/, l’orario di partenza è le 20,05, non è ancora partito!

Sono le 20,06, il bus-navetta è già stracolmo di turisti, generalmente albanesi, questa volta anche siciliani, che devono arrivare al porto per prendere navi e traghetti. Sono le 20,15, noto che la porta d’ingresso del bus è rotta (chiusa ma non del tutto), che è tutto molto sporco. Una ragazza del gruppo dei siciliani mi dice che ha chiesto informazioni allo sportello (messo lì nella piazzetta vicino ai bus parcheggiati) ma le hanno risposto che non sapevano niente sugli orari e hanno fatto finta di non capire il siciliano (colto, alle mie orecchie), non capisce perché è così mal accolta. Discutiamo dell’immagine delle città e ora di Bari, mi scuso in quanto cittadina barese. Sono le 20,24, ma nessuno ancora arriva e i turisti incominciano a preoccuparsi temendo di non arrivare in tempo al porto. Sono le 20,25, mentre telefono ad un amico per raccontare della situazione, lui, l’autista, arriva, lento ma impettito, comincia a chiedere il biglietto a tutti, io gli dico che non mi sembra giusto partire in così grave ritardo, non risponde, prende il mio biglietto con sguardo arcigno, e, io, tatticamente, lo confesso, per sollecitare la sua risposta, gli dico che sto parlando con l’assessore … il mio amico, al telefono, certamente sente gli improperi che l’autista invia all’assessore!
Impreca e poi, forse per stizza, getta per terra tutti i pezzetti dei biglietti strappati contribuendo a rendere più sciatto il bus, a rendere ancor più brutta la brutta figura nei confronti dei turisti.
Che dire? Che fare? E soprattutto come fare perché gli autisti AMTAB siano più puntuali e corretti? Io vorrei che la città di Bari sia più accogliente, vorrei che il più evidente strumento di questa accoglienza, quale è il sistema dei trasporti, sia più efficiente, che i trasportatori siano più professionali. Io vorrei che l’immagine della città di Bari sia più curata nei dettagli, che questi dettagli siano le vere risorse, materiali, professionali e morali, dell’immagine complessiva di Bari, e che la cura di queste risorse sia la preoccupazione costante di chi ci governa.


loading...