Sabato, 25 Maggio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Acquedotto pugliese, illuminazione cascata Enel: il futuro è nel led

Per Francesco Romagnoli, responsabile Sud Italia Enel Sole, si tratta di una 'tecnologia particolarmente innovativa'

Pubblicato in Sviluppo Ambiente il 18/05/2015 da Redazione
"Un intervento importante perché utilizziamo una tecnologia particolarmente innovativa: il led, che é il futuro dell' illuminazione ed anche dell' illuminazione artistica". Lo ha detto Francesco Romagnoli, responsabile Sud Italia Enel Sole, intervenendo alla inaugurazione dell' impianto di illuminazione artistica del complesso monumentale della cascata di Santa Maria di Leuca (Lecce) e del centenario dell'Acquedotto Pugliese, il più grande Acquedotto de' Europa. L' opera di illuminazione, progettata dall' Acquedotto Pugliese e dal Politecnico di Bari e realizzata dall' Enel, si é avvalsa del contributo del Comune di Castrignano del Capo.
In occasione della cerimonia di inaugurazione si é svolto il convegno dal tema: "Architettura per un Finibus terrae: La Cascata Monumentale dell' Acquedotto Pugliese di Santa Maria di
Leuca". "Lo sviluppo della tecnologia - ha detto Francesco Romagnoli - ci consente di realizzare impianti di illuminazione d' avanguardia al pari della bellezza della Cascata Monumentale
dell' Acquedotto Pugliese di Leuca". "Abbiamo utilizzato ha spiegato Romagnoli a proposito del sito - circa 294 punti illuminanti led, abbiamo steso 8 chilometri di cavi, ci sono 8 quadri che comandano l' impianto ed é un impianto che nonostante le dimensioni consuma 5 kilowatt, per cui si può ben capire il risparmio dal punto di vista energetico".

loading...