Sabato, 11 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, opere di viabilità: finanziata la realizzazione di una parte della terza mediana bis

Investimento da 16 milioni di euro

Pubblicato in Sviluppo il 18/02/2015 da Redazione
Siglato questa mattina il protocollo d’intesa tra Comune di Bari, Regione Puglia e Ferrovie Appulo Lucane per la realizzazione del progetto stralcio - finanziato per 16 milioni di euro dal CIPE - che prevede la realizzazione di un tratto della III Mediana bis, da viale Tatarella a via Matarrese, l’ammodernamento della viabilità esistente nei pressi del passaggio a livello di via delle Murge con l’esecuzione di una rotatoria e il miglioramento dell’accessibilità del Polipark, il parcheggio di scambio che serve l’area del Policlinico, collegato anche con il centro cittadino.
Il progetto, che si inserisce nell’ambito dell’intervento di raddoppio della linea ferroviaria Bari-Matera, rientra nelle politiche di intermodalità ferro-gomma avviate dall’amministrazione comunale per migliorare nel complesso il sistema della mobilità cittadina e prevede una riduzione dei tempi di percorrenza del collegamento ferroviario con Matera e la costruzione di un tratto importante della III mediana bis, utile a decongestionare il traffico di collegamento tra diversi quartieri.
Il complesso delle opere, finanziate per un importo totale di 16 milioni di euro, sono state presentate oggi in conferenza stampa dal sindaco Antonio Decaro, dall’assessore regionale ai Trasporti Gianni Giannini e dal presidente delle FAL Matteo Colamussi.
“Insieme alla Regione e alle FAL, che colgo l’occasione per ringraziare - ha dichiarato il sindaco Antonio Decaro - siamo partiti dalla valutazione di una piccola opera, la soppressione di un passaggio a livello in via delle Murge, per ragionare su scala molto più ampia e progettare un insieme di interventi capaci di incidere in maniera strutturale sulla mobilità cittadina, e non solo. Il raddoppio della linea FAL Bari-Toritto, infatti, renderà possibile aumentare la frequenza dei treni sulla Bari-Matera, mentre la realizzazione del primo tratto della III mediana bis, che collega viale Tatarella e via Matarrese, rappresenterà un asse fondamentale per alleggerire il traffico cittadino e gli interventi sulla viabilità nei pressi di via delle Murge-via Solarino saranno determinanti per ridisegnare i flussi veicolari e migliorare l’accessibilità del Polipark, che è per noi il più grande parcheggio di scambio ferro-gomma cittadino da valorizzare assolutamente nei prossimi anni”.
Il protocollo d’intesa sottoscritto oggi prevede che il Comune, a cura e spese dei soggetti privati titolari delle lottizzazioni della zona, completerà, con la costruzione di una rotatoria del diametro di 80 metri, l’asse viario che congiunge via Matarrese e via Escrivà con via Cotugno.
Le FAL, invece, realizzeranno la viabilità di raccordo tra viale Tatarella (asse nord-sud) e le vie Matarrese ed Escrivà, in modo da consentire ai flussi di traffico provenienti da Poggiofranco di utilizzare il cavalcavia esistente su viale Tatarella. All’intersezione tra viale Tatarella e via Escrivà sarà costruita una grande rotatoria di 100 metri di diametro.
Nell’ambito dell’intervento complessivo, le FAL procederanno anche alla soppressione di due passaggi a livello: quello su via delle Murge, con la realizzazione contestuale di una rotatoria sulla testata della strada per disciplinare l’inversione di marcia da parte dei frontisti, e quello su strada Santa Caterina, che sarà sostituito da un cavalcavia dotato di percorso ciclopedonale e di due rotatorie in corrispondenza delle testate per mettere in sicurezza il raccordo con la viabilità minore esistente.
All’intersezione tra viale Pasteur, viale Solarino e via delle Murge, inoltre, sarà costruita una rotatoria del diametro di 38 metri al fine di aumentare la sicurezza delle manovre di ingresso e di uscita da via delle Murge e di inversione di marcia lungo viale Pasteur.
Sarà creato anche un anello di circolazione a senso unico tra viale Solarino e viale Cotugno per incrementare la capacità di deflusso del cavalcavia di viale Solarino, limitata dalla presenza del semaforo all’intersezione con viale Giovanni XXIII.
L’ammodernamento della viabilità esistente consentirà di fatto di riorganizzare nel complesso il sistema di ingressi e uscite dal Polipark al fine di garantire la fluidità di scorrimento sul tronco di scambio dell’anello di circolazione a senso unico da realizzarsi.
“Con la firma di questo protocollo d’intesa - ha commentato Colamussi - diamo ulteriore concretezza al raddoppio della linea ferroviaria Bari – Matera. Abbiamo già appaltato il raddoppio della linea che va dalla stazione di Bari scalo a quella di Bari Policlinico e da Modugno a Palo. Oggi siamo pronti a mettere a gara altri 3 chilometri, da Bari – Policlinico a Bari S. Andrea (nei pressi del Villaggio dei lavoratori) con interventi che avranno un impatto estremamente positivo per la città di Bari sia dal punto di vista della sicurezza, sia dal punto di vista del decongestionamento del traffico in una delle zone maggiormente in via di sviluppo dal punto di vista urbanistico, perché elimineremo ben due passaggi a livello, in via delle Murge e in zona Santa Caterina, e realizzeremo gli interventi di viabilità alternativa di servizio”.
“Quello che presentiamo oggi - ha concluso l’assessore Giannini - è un intervento concertato nell’ambito del piano regionale dei trasporti che semplifica e agevola l’accesso e l’uscita dalla città, decongestiona il traffico e mette nelle migliori condizioni di utilizzo il Polipark, connettendo la città metropolitana di Bari con tutte le aree regionali ed anche extraregionali. Questo progetto è il frutto di un sistema di rapporti in cui le istituzioni e i soggetti imprenditoriali hanno unito gli sforzi per raggiungere l’obiettivo primario dell’interesse pubblico. A breve ci saranno altre novità importanti inserite nel piano dei trasporti, che per la città di Bari prevede la realizzazione del tram del mare già inserito nel programma di governo del sindaco Decaro”.