Martedì, 25 Giugno 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Cia e Inail Puglia insieme per la sicurezza e la salute in agricoltura

La prevenzione al centro di un incontro organizzato ad Agrilevante 2015

Pubblicato in Sviluppo il 17/10/2015 da Redazione
Continuano gli incontri e le attività tecnico scientifiche in programma ad Agrilevante 2015, l'Esposizione Internazionale delle Macchine, Impianti e Tecnologie per la Filiera Agricola in programma a Bari presso la Fiera del Levante, organizzata da FederUnacoma. Sicurezza e salute in agricoltura protagoniste della penultima giornata della kermesse barese.
La necessità di contrastare in maniera decisa il fenomeno infortunistico attraverso una continua attività di prevenzione è stato l'oggetto dell'incontro “Lavorare in agricoltura in sicurezza e in salute" organizzato dalla Confederazione Italiana Agricoltori Puglia in collaborazione con l'Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro regionale.
CIA e INAIL Puglia sono impegnate dal 2013 nella sensibilizzazione alla prevenzione in agricoltura attraverso il progetto SICURAGRI Puglia, che ha visto il territorio regionale coinvolto dalla fase di rilevazione dati alle azioni di sensibilizzazione e divulgazione attraverso una serie di attività come giornate informative, strutturazione di sportelli e prove in campo.
Fisiologico difatti il legame tra le misure di sicurezza sul lavoro e la meccanizzazione, essendo quello "macchine" l'agente causale maggiormente ricorrente. Risulta necessario quindi mettere in campo misure normative utili a rendere reale la prevenzione nel settore agricolo, come sottolineato dal Vice Presidente della CIA nazionale, Antonio Dosi.
Dal 2010 al 2014 la Puglia ha registrato una diminuzione in termini di denunce infortuni in linea con il trend nazionale. Una tendenza registrata anche dai primi dati del 2015. Segnali positivi che rappresentano un ulteriore stimolo per la messa in campo di strategie per la prevenzione e la sicurezza sul lavoro, come quelle perseguite dall'INAIL regionale.

loading...