Giovedì, 20 Febbraio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

In scena a Cisternino la terza conferenza 'I Borghi più belli nel bacino del Mediterraneo, come valorizzarli e tutelarli'

L'evento è organizzato dall'associazione nazionale 'i Borghi più belli d'Italia' che ha recentemente stipulato una convenzione con il Politecnico di Bari

Pubblicato in Sviluppo il 16/10/2015 da Redazione
Si terrà a Cisternino (Br) da oggi fino al 18 ottobre (teatro Paolo Grassi) la 3^ Conferenza Internazionale “I Borghi più belli” nel bacino del Mediterraneo.

L’iniziativa, curata dalla locale amministrazione comunale, componente dell’Associazione nazionale "I Borghi più Belli d'Italia", ha tra i suoi principali obiettivi quello di coordinare la creazione di altrettanti reti nazionali che valorizzino le bellezze e le tipicità dei piccoli borghi storici, dei paesaggi, delle tradizioni culturali, sociali ed enogastronomiche, attraverso la promozione degli elementi caratterizzanti il territorio.

L’obiettivo è quello di coinvolgere tutti quei piccoli centri, altrimenti descritti come “Borghi”, appartenenti al bacino geografico del mediterraneo sino ad oggi esclusi dalle principali rotte del turismo di riferimento ma parimenti testimoni di storia, arte e architettura.

L’evento coinvolgerà anche il Politecnico di Bari che lo scorso 11 marzo formalizzò una apposita convenzione proprio con l’Associazione nazionale "I Borghi più Belli d'Italia" per il supporto tecnico-scientifico e la redazione di un Programma di riqualificazione dei borghi storici dei comuni pugliesi di: Alberona, Bovino, Pietramontecorvino, Roseto Valfortore, Vico Del Gargano (FG), Cisternino (BR), Locorotondo (BA), Otranto, Presicce, Specchia (LE).

Data l’importanza, l’iniziativa ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica e il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, oltre alla Fondazione Terzo Pilastro Italia Mediterraneo, all’ANCI Nazionale, l’ANCI Puglia, l’AICCRE Puglia, il Gal Valle d’Itria, il Politecnico di Bari, l’Istituto Agronomico del Mediterraneo, gli Aereoporti di Puglia, l’Assonautica Italiana, la Banca di Credito Cooperativo di Locorotonto, la Confindustria di Brindisi, il Corpo Consolare di Puglia Basilicata e Molise, l’Ente Fiera del Levante.

“L’iniziativa che vanta già numerosi riconoscimenti istituzionali, ha per la Regione Puglia” – osserva l’Assessore Loredana Capone – “un ruolo significativo nel processo di valorizzazione del patrimonio territoriale, in chiave non solo turistica e culturale, ma anche quale strumento di dialogo interculturale tra i diversi Paesi del bacino del Mediterraneo su temi fondamentali quali la pace e lo sviluppo sostenibile. I Borghi sono custodi di valori identitari infungibili e rappresentano una formula di vita in cui l’uomo si riconcilia nella quotidianità con il tempo e con lo spazio. La bellezza che connota queste identità alimenta la speranza che l’armonia possa caratterizzare un futuro possibile. Di noi tutti il compito di preservare tanto valore”.