Martedì, 20 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

95 milioni d'investimento, la Telecom punta sulla Puglia per la nuova fibra ottica (VIDEO)

Vendola: 'Parte un ulteriore processo di modernizzazione della Puglia. La sfida è quella dell’accessibilità concreta'

Pubblicato in Sviluppo il 16/02/2015 da Redazione
Telecom Italia si è aggiudicata il bando indetto da Infratel per la Regione Puglia e realizzerà, entro il primo semestre 2016, le infrastrutture di rete passiva in fibra ottica in 148 comuni adeguando 192 aree di centrale. L’investimento complessivo è di 95 milioni di euro, di cui 61,7 di finanziamento pubblico e 33,3 milioni a carico di Telecom, che investirà inoltre 20 milioni di euro per l'elettronica di centrale. La Puglia dunque si dota della rete di nuova generazione in fibra ottica L'ufficializzazione della notizia nel corso dell'incontro organizzato da Regione Puglia, Ministero dello Sviluppo Economico, Infratel e Telecom Italia sulla "banda ultra larga".
"Quello che stiamo facendo in Puglia - ha spiegato Giuseppe Recchi, presidente di Telecom Italia - è un programma all’avanguardia in Italia che si aggiunge ad altre 6 Regioni dove siamo partiti. Grazie alla collaborazione tra pubblico e privato riusciamo a fare cose molto più velocemente che in altri territori. Una collaborazione intelligente e strategica. Sono più di 5mila chilometri di fibra che verranno stesi, 2,6 milioni di persone che avranno accesso a questo tipo di connettività che renderà questa Regione tra le prime in Italia. I tempi sono veloci, ci sono obiettivi – ha aggiunto – dell’agenda digitale europea che li dettano. Al 2017 avremo raggiunto quasi il 70% di copertura in fibra, ma il vero tema è già legato alla domanda, ossia a quante persone utilizzeranno il servizio. Dovremo abituarci alla nuove tecnologie digitali. Anche la pubblica amministrazione dovrà fare il salto definitivo dall’analogico al digitale".
“Oggi per noi si compie una parte della sfida - detto il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola - Ne comincia un’altra che è quella dell’accessibilità concreta. Dopo l’infrastruttura cioè, occorre addestrare le imprese, la burocrazia, i cittadini, i giovani ad essere utenti capaci di viaggiare con un vettore così veloce. Questa è una sfida che non vince la regione intesa come ente pubblico, è una sfida che vince la regione intesa come uomini e donne in grado di salire su quel treno veloce e arrivare a destinazione. La destinazione è una vita migliore, più agevole per tutte e per tutti”.
"La banda ultra larga sarà insomma – ha concluso l’assessora regionale allo sviluppo economico, Loredana Capone – l'infrastruttura portante dell’intero sistema economico e sociale per rendere la Puglia una regione ancora più competitiva, veloce, agile e con una burocrazia efficiente". (GUARDA LA VIDEOLETTERA DEL PRESIDENTE NICHI VENDOLA)


loading...