Venerdì, 23 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Generazione bollenti spiriti': otto film e un libro per la Puglia che cambia

Vendola: 'E' la più grande rottura politico culturale del decennio che ormai abbiamo alle spalle'

Pubblicato in Sviluppo il 14/04/2015 da Redazione
Otto cortometraggi e un libro per raccontare “Bollenti Spiriti” attraverso le storie di 100 giovani protagonisti di iniziative finanziate con le azioni del programma della Regione Puglia in 10 anni di politiche giovanili. All’incontro di presentazione di “Generazione bollenti spiriti/ un viaggio nella Puglia che cambia” sono intervenuti il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e l’assessore regionale alle Politiche giovanili, Guglielmo Minervini.
“Bollenti Spiriti rappresenta la più grande rottura politico culturale del decennio che ormai abbiamo alle spalle - dichiara Vendola. - Persino una rottura antropologica. Bollenti Spiriti è stato il più grande processo di infrastrutturazione socioculturale che si sia mai realizzato nel nostro paese. È stato un modo di guardare i giovani senza strumentalizzarli e non dall’alto verso il basso, cercando di capirne le domande e di scoprirne l’energia, un’energia di cambiamento, di trasformazione straordinaria. Non è stata per noi una politica retorica”
"Dal mio punto di vita è un bilancio straordinario perché abbiamo dimostrato che si può fare una politica pubblica in modo innovativo, diverso; una politica – ha spiegato Minervini - fondata sull'investimento di fiducia. L’abbiamo data ad un’intera generazione di giovani ottenendo una risposta straordinaria e la costruzione di un nuovo sistema economico. Siamo partiti 10 anni fa dall’idea che i giovani costituissero il nostro principale problema e, invece, concludiamo questo mandato con la consapevolezza che sono la nostra più pregiata risorsa”.
Il Presidente Vendola ha poi ricordato come l’esperienza di Bollenti Spiriti sia stata premiata a Bruxelles, tra le 100 migliori pratiche europee dal punto di vista della spesa (solo due esperienze erano italiane, una delle quali pugliese).
Le 100 storie sono state selezionate in base al lavoro di monitoraggio sul follow up dei progetti realizzato negli anni dagli uffici regionali. Tutti i progetti presentati nella campagna hanno concluso le attività finanziate con le risorse del programma e proseguono in autonomia.
Anche gli autori sono parte integrante del racconto. Tutti I fim maker che hanno realizzato gli 8 cortometraggi hanno fondato le loro organizzazioni nell’ambito delle azioni di Bollenti Spiriti.