Sabato, 23 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Pavoncelli Bis, per la galleria rischio blocco dei lavori

Il commissario per i lavori, Sabatelli a fine mandato. Acqua a rischio per i pugliesi?

Pubblicato in Sviluppo il 14/03/2014 da Redazione
Il punto centrale della questione è tutto in quell'articolo del decreto "Milleproroghe" (poi convertito in legge, la numero 71), secondo il quale si fissa la scadenza del commissario per le opere straordinarie della galleria Pavoncelli Bis al 31 marzo 2014. Una condotta idrica che i pugliesi conoscono bene, perchè si tratta dell'infrastruttura che porta l'acqua dalla Campania alla Puglia, ma che necessita di un raddoppio fondamentale.
Fermando l'attività del commissario straordinario (oggi è Roberto Sabatelli), il rischio è di fermare anche il flusso di acqua che arriva nelle case dei pugliesi perchè la condotta principale della Pavoncelli è stata fortemente danneggiata dal sisma dell'Irpinia del 1980. Da qui l'urgenza dei lavori di raddoppio della condotta, iniziati nel 1988 e non ancora terminati.
A lanciare l'allarme è stato lo stesso commissario Sabatelli che, in una conferenza stampa, ha spiegato che con la norma del mille proroghe si dovrebbe passare alla gestione ordinaria dei lavori del raddoppio della condotta perchè il suo lavoro finirebbe, secondo la legge, il 31 marzo e non più il 2016, a fine lavori.
Il problema è che nessuno si è preoccupato di indicare l'autorità responsabile dei lavori una volta archiviato il commissariamento.
"Questo - ha detto Sabatelli - mi costringe a sospendere i lavori a partire dal primo aprile 2014 in quanto se proseguissi nel mio incarico, non essendo a tanto legittimamente titolato, dovrei assumere una serie di atti che risulterebbero affetti da nullita'".
Il rischio successivo, poi, sarebbe il blocco dei lavori e il mancato completamento di quelle opere necessarie per portare l'acqua ai pugliesi giacchè la vecchia condotta è ormai allo stremo. 
La telenovela della Pavoncelli Bis continua.