Venerdì, 30 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Scatti d'energia', a Bari quarta tappa della campagna nazionale contro il tumore ovarico

In programma una mostra fotografica in piazza Libertà fino al 18 maggio. Giovedì 14 maggio serata a favore dell'ACTO Onlus

Pubblicato in Sviluppo Donne il 12/05/2015 da Redazione
È stata presentata questa mattina a Palazzo di Città, alla presenza dell’assessora al Welfare del Comune di Bari, Francesca Bottalico, la quarta tappa di “Scatti d’Energia”, la campagna nazionale itinerante di informazione e sensibilizzazione sul tumore ovarico promossa da ACTO (Alleanza contro il Tumore Ovarico) Onlus, con il sostegno di Roche e il patrocinio del Comune di Bari.Sono intervenuti alla presentazione la presidente di ACTO Onlus Nicoletta Cerana e la presidente di ACTO Bari Adele Leone; il ricercatore dell’Università di Bari - II Unità operativa di Ginecologia e Ostetricia del Policlinico di Bari Gennaro Cormio, il direttore dell’Unità di Oncologia Medica & Breast Unit dell’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi Saverio Cinieri, i direttori delle Cliniche Ostetriche e Ginecologiche del Policlinico di Bari Ettore Cicinelli e Giuseppe Loverro. Partita da Milano, dopo le tappe di Roma e Napoli, la campagna giunge ora a Bari, dove, fino a lunedì 18 maggio, davanti al palazzo dell’Economia, in corso Vittorio Emanuele, sarà allestita una mostra “open air” nella quale saranno esposti al pubblico i dodici ritratti di personaggi famosi, testimonial dell’iniziativa, che hanno accettato di farsi immortalare dal noto fotografo Dirk Vogel: gli attori Anna Bonaiuto, Jane Alexander, Lucrezia Lante Della Rovere e Claudio Santamaria, i cantanti Emma Marrone e Francesco Renga, star della televisione come Lorella Cuccarini, Paola Perego, Marina Ripa di Meana, la campionessa di scherma Elisa Di Francisca e gli archistar Doriana e Massimiliano Fuksas.“Le donne non conoscono il tumore ovarico - afferma Nicoletta Cerana - e quindi non ne parlano, i media se ne occupano ancora troppo poco e anche la maggior parte delle donne che sono guarite o convivono con la malattia preferisce non parlarne. Scatti d’energia nasce nel 2010, quando alla donna che poi diventerà fondatrice e prima presidente di ACTO, Mariaflavia Bideri, a soli 45 anni, viene diagnosticato un tumore ovarico. E d’improvviso, si ritrova sola, in un mare di silenzio, senza punti di riferimento. Da allora, ACTO lotta quotidianamente per sconfiggere la malattia. Mariaflavia ha perso la propria battaglia, ma qualcosa è cambiato: oggi si è consapevoli che il tumore ovarico non è solo un problema di chi ne è colpito ma riguarda tutte le donne attente alla propria salute”.  “ACTO Bari - ha sottolineato Adele Leone - è presente nella quotidianità di queste donne, ad esempio consigliando a quale Centro clinico di riferimento per questo tipo di tumore ci si può rivolgere, offrendo un supporto psicologico, dando informazioni sulla malattia, sui trattamenti disponibili, sulle speranze che offrono oggi la chirurgia, la chemioterapia e le altre terapie innovative. Ci rivolgiamo anche alla popolazione femminile che non ha avuto il tumore ovarico, per offrire informazioni sulla prevenzione primaria e sui sintomi che bisogna interpretare appena si presentano. Prima si sconfigge questa malattia, meglio è”.

Un altro appuntamento per la lotta del tumore ovarico è fissato per giovedì 14 maggio al Circolo Barion, sotto l’egida di Acto Bari –Alleanza contro il tumore ovarico, fondata nell’autunno scorso da Adele Leone, lei stessa paziente, che ne spiega così la lezione: “Tutte noi che abbiamo creato a Bari questa ‘Alleanza contro il Tumore Ovarico’ crediamo che
il nostro compito primario sia quello di informare le altre donne su questo tumore subdolo e indolore, di stare vicino a chi ne è colpito ed alle loro famiglie dando informazioni utili ad affrontare
le difficoltà in quel periodo particolare della vita.”
La serata del 14 maggio, condotta dalla giornalista Annamaria Ferretti, avrà un duplice obiettivo: raccontare, con le parole di Adele Leone, Acto Bari, la sua missione e le sue iniziative e raccogliere fondi a favore dell’Associazione e delle sue attività.
Fulcro della serata sarà la musica: il concerto di musica classica con musiche di Mozart, Albeniz, Chopin, Khakhaturian, eseguite da giovani talenti del Conservatorio Nicolò Piccinni di Bari; dopo cena, il concerto
Rock del gruppo “Just from Mars”. Una curiosità: tra le giovani concertiste le figlie dei medici del reparto di
ginecologia, mentre i ginecologi stessi sono i musicisti rock. Un gran lavoro di team per un nobile
scopo. Ma non sarà solo la musica ad animare la serata. Ci saranno, infatti, altri due momenti particolarmente attesi: l’estrazione a sorte di un gioiello donato dall’orafa Rosa Ladisa e la consegna di un premio della Associazione Sportiva Panathlon International Club Bari a Adriana Latti, una paziente di tumore
che ha trovato nello sport un aiuto importante per continuare a combattere. Sostenuta da vari sponsor locali
(Cattolica Assicurazioni, Sforza Calcestruzzi, Di Renzo Abbigliamento, De Palma Carburanti) la serata sarà il
Primo appuntamento del 2015 che coagulerà attorno ad Acto Bari amici e sostenitori desiderosi di dare il
Proprio contributo a questa causa così importante per la salute delle donne.