Giovedì, 9 Aprile 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Crescita per aeroporti di Puglia in otto mesi

Positivo l'incremento dei passeggeri a Brindisi, meno performante lo scalo di Bari

Pubblicato in Sviluppo il 11/09/2014 da Redazione
Nei primi otto mesi del 2014 il sistema aeroportuale pugliese ha registrato 3.902.770 passeggeri, con una crescita del 3,18% rispetto allo stesso periodo del 2013, corrispondenti a 112.829 passeggeri in più.
A darne notizia in una nota è Aeroporti di Puglia che evidenzia che il segno positivo riguarda tutte le componenti di traffico passeggeri: i maggiori incrementi percentuali sono stati quelli del traffico charter (+17,1%) e della linea internazionale (+5,4%); in positivo (+2,1%) anche la linea nazionale. Bene anche l’aeroporto del Salento di Brindisi, che continua a macinare incrementi: nei primi otto mesi, infatti, il numero dei passeggeri è passato da 1.359.239 dello scorso anno a 1.472.068 del 2014, per un incremento pari all’8,3%.
In questo contesto va rimarcato il +75,6% del traffico charter (grazie ai charter operati da Austria e Israele) e il +9,05% della linea internazionale. Leggermente inferiore (+7,2%) l’incremento della linea nazionale: 1.111.766 passeggeri nei primi otto mesi del 2013 contro 1.191.300 di quest’anno.
Meno performante, in linea con quanto registrato da inizio anno, il dato del Karol Wojtyla di Bari il cui traffico passeggeri si attesta a 2.430.702 unità, lo 0,3% in più rispetto al 2013. Anche per Bari, tuttavia, va evidenziato il +4,2% registrato dal traffico di linea internazionale.
Nel solo mese di agosto, l’incremento registrato è stato del 6% su Brindisi (229.007 passeggeri nel mese scorso contro i 216.068 di agosto 2013) e dell’1,05% su Bari (379.406 contro 375.470). Da evidenziare il dato riferito al traffico charter su Bari (+24,4%) e alla linea internazionale (+4% e +9,5%, rispettivamente su Bari e Brindisi). E' in corso l’ampliamento dell’area dei controlli di sicurezza dello scalo di Palese che dovrebbe essere completato a metà ottobre 2014, permettendo l’implementazione dei varchi di sicurezza che passeranno dagli attuali quattro ai cinque previsti al termine dei lavori stessi.
Sempre ai fini del miglioramento dei livelli di qualità dei controlli di sicurezza, Aeroporti di Puglia ed ENAC – Ente Nazionale Aviazione Civile – hanno già avviato sugli aeroporti di Bari e Brindisi un progetto finalizzato a standardizzare le procedure e lo svolgimento delle attività di controllo di security ai varchi passeggeri. Il progetto, basato essenzialmente su una capillare attività d’informazione ai passeggeri, si pone l’obiettivo di favorire una concreta riduzione degli articoli proibiti respinti e, di conseguenza, una maggiore rapidità nello svolgimento delle operazioni di controllo.