Martedì, 10 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Al Salone del Mobile di Milano una Puglia internazionale

Ospite d'onore il designer canadese Karim Rashid

Pubblicato in Sviluppo Lifestyle il 09/04/2014 da Redazione
La Puglia divisa fra due fiere prestigiose in questi giorni: il Vinitaly e il Salone del Mobile di Milano. Quest'ultimo si è aperto ieri. La location scelta dalla Puglia ha le forme di una navicella modulare situata proprio nel cuore dell'evento fieristico internazionale. Metro dopo metro si racconta l'eccellenza artigianale e l'industria innovativa, la storia di persone e imprese che, nel territorio, non solo hanno trovato il valore inestimabile dell'origine, ma anche un sapere da esportare in tutto il continente. Un sistema che, oggi, è una filiera integrata, una filiera che racchiude in sé progettazione, produzione e commercializzazione.
È così che la Regione Puglia ha voluto presentarsi al pubblico del Salone del Mobile che, lo scorso anno, ha toccato quota 300mila presenze. Nuovi materiali, ricerca e sviluppo, investimenti che hanno trasformato il sistema casa pugliese in un settore di eccellenza dove l'offerta è in continua evoluzione. L'orizzonte pugliese è quello di un 'sistema casa smart' a 360gradi.
"Promuovere e sostenere gli investimenti nel design, nell'artigianato artistico, nel sistema casa con lo sforzo di aumentare le esportazioni pugliesi, che nel mobile sono in crescita, è importante per la nostra Regione", ha detto l'assessora allo sviluppo economico Loredana Capone inaugurando lo stand regionale a Milano Rho. "Questi comparti rappresentano una testimonianza della nostra cultura e della nostra identità innovativa. In quest'ottica va letta la partecipazione regionale al Salone del Mobile di Milano. Abbiamo voluto esserci, ed esserci non solo con le singole imprese ma con l'intero sistema Puglia. Vogliamo che la creatività e l'arte made in Puglia escano dai confini regionali e con lo sforzo di tante imprese presenti da anni al Salone e delle nuove che oggi vi si accostano, pensiamo di fare un passo avanti".
Il design pugliese, a Milano, incontra i più grandi del settore: da Hastens a Kvadrat, da Iittala a Tom Dixon, a Ferrè, a Kartell. In questo modo la Regione Puglia vuole stimolare il potenziale dei designer pugliesi in un sistema in cui l'originalità e l'innovazione sono le principali leve per emergere e rendere il prodotto competitivo sui mercati.
Perché il design diventi prodotto, però, occorre che imprese e progettisti comunichino tra loro. Ed è proprio con l'intento di favorire questo incontro che la Regione, insieme con Unioncamere Puglia, ha ideato il progetto "Puglia Design Days", illustrato dall'assessore Capone e dal presidente Ambrosi all'interno dello spazio regionale.
Dal 16 maggio al 30 giugno un mese e mezzo di mostre, workshop, sessioni di incontri tra designer e imprese pugliesi con la testimonianza di alcuni dei più importanti nomi nel campo dell'architettura e del design nazionale e internazionale. Ma sono i giovani pugliesi e il loro indiscutibile talento i veri protagonisti dei giorni del design in Puglia. È in questo contesto che la Puglia ospita il premio più importante del design universitario, il "Lucky Strike Talented Design Award".
"Crediamo nei giovani e nelle imprese che sanno innovare e investire nella bellezza e nella creatività", ha spiegato Loredana Capone. "In Puglia ci sono 3.568 imprese attive nel settore. Vogliamo valorizzarle premiando le loro opere e favorendo l'incontro con designer e imprese di fama internazionale".