Lunedì, 14 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

IX Congresso Link Bari, Romano: 'Comune di Bari ascolterà esigenze studenti'

La neo assessora alle politiche giovanili del Comune di Bari ha partecipato ai lavori (VIDEO)

Pubblicato in Sviluppo Istruzione Sviluppo e Lavoro il 04/07/2014 da Giovanna Fiore
'Osare l'impossibile, osare, osare perdere', questo il motto che appare sul telo del videoproiettore del IX Congresso di Link Bari che si è svolto questo pomeriggio nell'aula Aldo Moro di Giurisprudenza. A più di due anni dal VIII Congresso del sindacato studentesco, l'incontro per definire il prossimo mandato dell'Organizzazione, per definire l'orizzonte politico e le strategie e i percorsi da intraprendere. Una giornata proficua anche sotto il punto di vista dei confronti con i soggetti istituzionali, ed è proprio in veste istituzionale che oggi ha partecipato la neo assessora alle politiche giovanili del Comune di Bari, Paola Romano: "Vivo l'università da entrambi i ruoli: quello istituzionale e quello da utente, dal Comune di Bari proveremo ad ascoltare le associazioni studentesche, creeremo sinergia".
I temi trattati durante il congresso che si è aperto con un minuto di silenzio dedicato a due compagni venuti a mancare negli ultimi giorni, hanno intaccato la legge finanziaria n.133 del ministro Tremonti che operato tagli indiscriminati al finanziamento, colpendo pesantemente il mondo della cultura e della formazione, dando luogo ad un'esponenziale riduzione della capacità di adempiere all'essenziale funzione delle Università, di motore propulsivo del processo della società privando un'intera generazione della possibilità di accesso ai saperi. Tra gli altri argomenti trattati, l'inevitabile questione della 'meritocrazia', l'innalzamento delle tasse.
"Come sindacato studentesco dobbiamo interrogarci sulla funzione sociale che assumono i saperi" l'obiettivo del Coordinamento è appunto quello di far sì che la conoscenza non sia più uno strumento di legittimazione e perpetuazione dei poteri forti. I ragazzi di Link Bari credono fortemente nei continui confronti e relazioni con le istituzioni locali e auspicano di rafforzare sempre più i rapporti, positivi infatti, i risultati del movimento studentesco negli ultimi due anni, che ha ottenuto delle piccole rivincite in termini di finanziamento al diritto allo studio dal bilancio di previsione regionale, raggiungendo circa il 94% di copertura totale delle borse di studio nel 2012 e il 78% nel 2013.
Certo, non possono essere nascoste le difficoltà che si sono presentate per il coordinamento Link inizialmente, difficile infatti il rapporto con la società vivendo in un clima di resistenza. Durante il congresso, è stata rivendicata la voglia di mobilitazione, i ragazzi hanno ricordato l' indimenticabili occupazione di Scienze e politiche del 2010. Oggi, "la capacita' di mobilitazione è diventata meno forte" dicono, "i movimenti si sono costruiti ma non hanno avuto forza di insorgere".
Al congresso, inoltre, è intervenuto anche il Prof. Stefano Bronzini, che ha spiegato cosa vuol dire per lui "concetto di produzione" sottolineando la sua avversità per questo concetto in ambito universitario: "in una università non si produce, si approfondisce, è la qualità della vita. La produzione - per Bronzini - non è profitto, è creare menti che sanno inventare qualcosa di imprevedibile. L'Università è luogo del sapere". '
Bronzini, inoltre, facendo gli auguri alla neo assessora, ha voluto inviare un messaggio a Decaro, invitandolo a restare nel palazzo e non tra la gente "per trovare soluzioni concrete per la città". Intervenuta anche la Prof. Saponaro in rappresentanza del Rettore.