Giovedì, 9 Aprile 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Presentata la pista ciclabile Santo Spirito - Giovinazzo

Sarà lunga cinque chilometri e quattrocento metri

Pubblicato in Sviluppo Ambiente Sport il 04/03/2014 da Redazione
Cinque chilometri e 400 metri di pista ciclabile collegheranno Sano Spirito a Giovinazzo, lungo il tracciato della vecchia statale 16. Il progetto è stato presentato dai sindaci di Bari e Giovinazzo, Michele Emiliano e Tommaso Depalma, dall’assessore regionale alla Mobilità e Lavori Pubblici, Giovanni Giannini, dal presidente regionale della Federazione Ciclistica, Pasquale De Palma e dal progettista, l’ing. Gennaro Ranieri. La presentazione si è tenuta presso la scuola “Don Saverio Bavaro” di Giovinazzo alla presenza di genitori e bambini.
L’opera è finanziata con fondi Fesr 2007-2013 e quindi i lavori dovranno essere rendicontati entro giugno 2015. Un motivo in più per fare presto e bene, tenendo conto che il progetto, oltre a prevedere il piano viabile per le biciclette, i cordoli di protezione, i marciapiedi, la segnaletica, comprende anche l’illuminazione lungo l’intero percorso, andando così a colmare una lacuna esistente da decenni in una zona abitata che comprende numerosi complessi residenziali.
Il primo stralcio dei lavori riguarda proprio il tratto tra Santo Spirito e Giovinazzo: 4,4 km per i quali sono stati stanziati 647.182,92 euro, ai quali si aggiungerà 1 km, la parte cittadina del percorso che si snoderà sul lungomare di Giovinazzo, e che rappresenta il secondo stralcio dell’intero progetto per un valore di 242.478,45 euro, per un totale di euro 889.661,37.
Giannini, Emiliano e Depalma hanno sottolineato la necessità di pensare, progettare e vivere gli spazi urbani in maniera diversa dal passato, all’interno delle città ma anche tra città diverse, con una logica di collaborazione, di interconnessione tra gli attori del territorio, che favorisca sia le “smart cities”, sia una intera società “smart”.
Il progetto della pista ciclabile Santo Spirito-Giovinazzo va esattamente in questa direzione, risponde anche alle linee tracciate a livello europeo e può essere considerato un pezzo del puzzle che la Regione sta costruendo con le ciclovie e le piste ciclabili, per una mobilità ecosostenibile, per i cittadini pugliesi e per i turisti che affollano la nostra regione. Un modo per superare le logiche frammentarie del “campanile”, mettendo in collegamento le comunità.
“Partire dai bambini, dal nostro futuro – hanno concluso – è fondamentale per costruire, insieme con i loro genitori, una società più vivibile”.
Al termine della presentazione i bambini hanno fatto festa insieme con i rappresentanti istituzionali e con “Pasolina”, la mascotte della quarta tappa del Giro d’Italia, in programma il 13 maggio: Giovinazzo-Bari.