Lunedì, 16 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Cosa accade quando percepiamo la bellezza?': un seminario al Politecnico di Bari

All'incontro parteciperanno Roberto Andreoni, del Conservatorio di Musica "Gioacchino Rossini" di Pesaro, e Costantino Esposito professore di "Storia della Filosofia" all'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro"

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 28/01/2019 da Redazione
Roberto Andreoni, professore di 'Composizione' al Conservatorio di Musica "Gioacchino Rossini" di Pesaro


Che cosa vogliamo dire quando esclamiamo "che bello!"? Cosa accade quando percepiamo la bellezza? E’ solo un'emozione, un sentimento, o anche una conoscenza peculiare di noi stessi e del mondo? Che esperienza facciamo nello scoprire attraverso lo sguardo e l'ascolto una realtà che ci attrae? A queste domande, e, soprattutto alle possibili risposte, è dedicato il Seminario, “Che significa fare l’esperienza della bellezza? L'ascolto e lo sguardo”, primo dei cinque seminari e dei sei concerti (il primo tenutosi lo scorso 3 dicembre) previsti dal cartellone della 2° edizione de “I Concerti del Politecnico”.

Il Seminario, aperto a tutti, si terrà mercoledì, 30 gennaio, ore 18.30, presso il Museo della Fotografia del Politecnico di Bari (campus universitario) e vedrà la partecipazione dei relatori: Roberto Andreoni, professore di “Composizione” al Conservatorio di Musica "Gioacchino Rossini" di Pesaro e di Costantino Esposito professore di "Storia della Filosofia" all'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro".

Chi sono. Andreoni, dopo il diploma al conservatorio di Milano e il dottorato all’University of California, si è dedicato parallelamente all’insegnamento e alla composizione, in Italia e negli U.S.A., ricevendo riconoscimenti in entrambi i campi: Fulbright Scholar di Musica e Cultura Italiana a Los Angeles nel 2010; Best Public Event Award in Italy nel 2009. Docente e direttore di numerose scuole, quali la Civica Scuola di Musica e l’Istituto IES (Università Cattolica di Milano), insegna composizione al Conservatorio di Musica "Gioacchino Rossini" di Pesaro. I suoi lavori operistici, orchestrali, cameristici, elettronici, per il teatro e per film sono pubblicati fra gli altri da RAI Trade, Suvini Zerboni, Eco.

Esposito, ordinario presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, ha orientato i suoi principali interessi di ricerca sul pensiero di Martin Heidegger; la filosofia di Immanuel Kant; l’opera metafisica di Francisco Suárez. Tra le sue pubblicazioni: Il fenomeno dell’essere. Fenomenologia e ontologia in Heidegger; Heidegger. Storia e fenomenologia del possibile. E’ co-autore, per Laterza, Bari-Roma di un nuovo manuale di storia della filosofia per i Licei e l’Università. Assieme ad altri giovani filosofi italiani cura la pubblicazione di una serie di Letture di filosofia per un pubblico più vasto di quello accademico. Ha tenuto conferenze, relazioni e seminari in Europa, negli USA, in America Latina e in Giappone.

 

La seconda edizione de “I Concerti del Politecnico” è stata presentata lo scorso dicembre nel corso di una cerimonia d'apertura con la presenza del Rettore del Politecnico di Bari, Eugenio Di Sciascio, del regista pugliese, Gennaro Nunziante e del Presidente ARCoPu, Pierfranco Semeraro, quest’ultimi in qualità di Direttori artistici della manifestazione. L’iniziativa è del Politecnico di Bari e di ARCoPu (Associazione Regionale dei Cori Pugliesi), con il patrocinio della Regione Puglia, del Comune di Bari, dell'A.di.s.u. e dell'Università degli Studi "Aldo Moro". 



loading...