Giovedì, 27 Febbraio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

La Natuzzi annuncia la mobilità per 330 lavoratori. Protesta dei sindacati

L'azienda assicura che 'terrà fede agli impegni assunti in fase di accordo'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 26/07/2016 da Redazione

Natuzzi ha comunicato al Mise che aprirà la procedura di mobilità per 330 lavoratori e lavoratrici. Le segreterie nazionali delle categorie delle costruzioni e del commercio di Cgil Cisl Uil hanno diffuso la notizia al termine dell'incontro al ministero dello Sviluppo economico. “I tempi sono ormai stretti – continua la nota - il periodo di cassa si esaurisce il 15 ottobre e la legge non consente altre proroghe" ma gli accordi "prevedono la ricollocazione del personale". Proclamato lo stato di agitazione e si terranno assemblee in tutti i luoghi di lavoro. "L'apertura della procedura di mobilità - replica l'azienda - è una questione esclusivamente tecnica. La cassa integrazione per gli esuberi scade il 15 ottobre 2016 e non è più prorogabile per legge", assicurando che "il gruppo terrà fede agli impegni assunti in fase di accordo".
Il Mise, dicono i sindacati, "si è dichiarato contrario all'apertura della procedura di mobilità, riconvocando le parti per il 6 e il 9 settembre".