Mercoledì, 18 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Portogallo, docente pugliese riceve menzione speciale per l'eccellenza didattica

Daniele Manni, unico italiano e unico docente non universitario, è stato premiato durante gli 'Innovation and Entrepreneurship Teaching Excellence Awards'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 24/09/2018 da Redazione

Giovedì 20 e venerdì 21 settembre si è svolta ad Aveiro, in Portogallo, la fase conclusiva degli "Innovation and Entrepreneurship Teaching Excellence Awards", il premio internazionale per l'eccellenza didattica in termini di innovazione e imprenditorialità. Il primo giorno tutti e dodici i finalisti, provenienti da tutto il mondo, hanno presentato alla commissione del premio le loro particolari tecniche e metodologie didattiche di educazione all'imprenditorialità. Fra i dodici finalisti, anche Daniele Manni, unico italiano e unico docente non universitario. Manni insegna infatti informatica da circa 30 anni presso l'Istituto "Galilei-Costa" di Lecce.

Il docente salentino non ha vinto gli Awards ma porta a casa un bottino di tutto rispetto, infatti gli è stato conferito una menzione speciale con Attestato di Merito per l'impegno profuso nel guidare i propri studenti nell'ideazione e conduzione di piccole startup innovative, con particolare riferimento alla startup "Mabasta", l'impresa sociale ideata dai suoi ragazzi nel 2016 che lotta dal basso contro bullismo e cyberbullismo e che è divenuta in pochissimo tempo un punto di riferimento per le scuole italiane.

 

Non solo, Daniele Manni è risultato vincitore in ex aequo con l'irlandese Paul Flynn, nella competizione parallela che vedeva in gara 22 poster di altrettanti relatori provenienti da tutto il mondo presso la 13° edizione della "ECIE - European Conference on Innovation and Entrepreneurship". Il poster italiano ha meritato il 1° posto per l'originalità dei contenuti e per la semplicità e chiarezza espositiva.

 

“Prima dell'inizio delle presentazioni ero piuttosto intimorito in quanto sapevo di essere solo contro undici docenti universitari – ha dichiarato Manni – ma subito dopo è diventato tutto ...ancora peggio! Già dai primi interventi dei miei colleghi finalisti, ho infatti  notato uno spessore e una serietà accademica ben diversa dalla leggerezza narrativa delle mie slide. Alla fine però, deve forse essere piaciuta proprio quella freschezza e quel brio che caratterizza la nostra didattica a Lecce”.



loading...