Mercoledì, 1 Aprile 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Acquedotto pugliese, dalla Banca europea degli investimenti n arrivo 200 milioni di euro

L’operazione, rivolta a finanziare l’ambizioso Piano di investimenti 2017-2022, ha la garanzia del Fondo europeo per gli investimenti strategici (Feis)

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 22/12/2017 da Redazione

È stato perfezionato oggi a Bari un finanziamento di 200 milioni di euro della Banca europea per gli investimenti (BEI) a favore di Acquedotto pugliese, il più grande operatore di servizi idrici integrati nel Sud Italia, tra le più grandi, storiche società d’Europa per dimensione e complessità. L’operazione, rivolta a finanziare l’ambizioso Piano di investimenti 2017-2022, ha la garanzia del Fondo europeo per gli investimenti strategici (Feis), il pilastro del Piano di investimenti per l’Europa, conosciuto con il nome di “Piano Juncker”.

Gli investimenti programmati mirano ad incrementare ulteriormente la dotazione idrica pro-capite, ridurre le perdite, assicurare nel tempo livelli ottimali di efficienza delle opere gestite, incrementare la copertura del servizio sia idrico che fognario nel rispetto della normativa vigente in materia ambientale.

“Il finanziamento BEI oggi sottoscritto – ha dichiarato Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia – ci riempie come cittadini pugliesi di orgoglio. AQP è un patrimonio della nostra regione e di tutto il Mezzogiorno. È un presidio economico tecnologico unico nel suo genere capace di convincere una istituzione finanziaria come la BEI della bontà del suo piano di investimenti e dei suoi fondamentali economici”.

 “Offrire servizi sempre più efficienti, rispondere pienamente alle esigenze della collettività – ha detto Nicola De Sanctis, Presidente di Acquedotto Pugliese SpA – sono per noi obiettivi primari, che ci vedono impegnati ogni giorno, con determinazione. Gli investimenti costituiscono un asset fondamentale perché l’Acquedotto continui ad essere un punto di riferimento per la comunità servita e volano per la crescita del territorio sia sotto il profilo economico che sociale. Colgo l’occasione per ringraziare quanti in questi mesi hanno lavorato per il raggiungimento di questo risultato, che ci fa guardare al futuro con rinnovato ottimismo e il nostro azionista, la Regione Puglia per il continuo sostegno. Ancora una volta il gioco di squadra ha prodotto buoni frutti”.