Sabato, 29 Febbraio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Valorizzazione delle aree culturali del Sud, finanziati due progetti baresi

Accedono ai fondi i 'Gioielli della Corona' e 'Route 96, la Murgia dell'uomo'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 22/01/2017 da Redazione

È online sul sito del MiBACT l’esito dell’istruttoria delle proposte pervenute in risposta al bando del MiBACT “Interventi per la valorizzazione delle aree di attrazione culturale” rivolto a Comuni del Sud Italia e finalizzato a sostenere i costi delle progettazioni nell’ambito di progetti integrati di scala territoriale e locale orientati alla valorizzazione culturale.

Sono 19 i progetti presentati da Comuni e aggregazioni di Comuni meridionali che verranno finanziati con 5,6 milioni di euro di risorse europee provenienti dal Piano di Azione e Coesione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo 2007-2013.

Tra le proposte finanziate c’è anche “I Gioielli della Corona”, che vede Bari capofila di un’associazione di 13 Comuni dell’Area metropolitana (Acquaviva delle Fonti, Adelfia, Bitritto, Binetto, Bitetto, Capurso, Cellamare, Giovinazzo, Grumo Appula, Modugno, Triggiano, Valenzano, e Sannicandro) uniti con l’obiettivo di progettare e sostenere spese per l’acquisizione di servizi e consulenze dedicate alla elaborazione e alla predisposizione di progetti di gestione o riqualificazione dei maggiori attrattori culturali presenti in ogni città.

Nello specifico si tratta di interventi del valore stimato di 355.000 euro, che saranno utili a tutti i Comuni partner per l’attivazione di una rete di offerta integrata, centrata sulla generazione di servizi e sulla valorizzazione del patrimonio culturale rappresentato dagli attrattori più rilevanti, già fruibili a seguito di interventi realizzati con il sostegno dei precedenti cicli di programmazione.

“Dopo aver lavorato intensamente la scorsa estate per connettere gli interessi dei Comuni partecipanti alla cordata - commenta l’assessore alle Culture Silvio Maselli - e aver prodotto una domanda di grande qualità formale e sostanziale, siamo felici e orgogliosi del riconoscimento che riceviamo, quarti su 19 finanziati e sugli oltre 50 partecipanti complessivi, a dimostrazione che, come al solito, il lavoro duro paga”.

“I finanziamenti ottenuti mettono in luce la capacità dei nostri comuni di progettare dal basso – spiega soddisfatta la consigliera della Città metropolitana delegata Francesca Pietroforte - mettendo da parte il campanile e ragionando insieme su una visione strategica che possa favorire lo sviluppo culturale della nostra terra. Tutti i progetti rientrano nella rete più ampia della Bari Guest Card che ha l'obiettivo di creare un circuito degli attrattori culturali della Città Metropolitana. Un plauso ai sindaci che hanno saputo lavorare insieme raggiungendo questo ulteriore e importante traguardo”.

La ricaduta di valorizzazione sarà accompagnata dalla promozione di azioni di empowerment imprenditoriale e attivazione di nuove imprese locali ai fini della gestione dei servizi puntuali sui beni e di rete territoriale turistica.

Un altro obiettivo importante del progetto è il rafforzamento della rete degli attrattori culturali e delle risorse del patrimonio, migliorando le condizioni della fruizione / valorizzazione e progettando nuove soluzioni funzionali, evidenziando la centralità dei singoli Comuni in merito al fabbisogno territorial-culturale in relazione al progetto integrato Polo Museale.