Sabato, 24 Luglio 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Sud, Castellucci (Cisl Puglia): 'Bene ministra Carfagna sugli impegni presi. Patto sociale e più lavoro'

'Siamo convinti che un adeguato sviluppo del manifatturiero sia imprescindibile da qualsiasi ripresa della Puglia e del Mezzogiorno'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 20/07/2021 da Redazione

Di seguito una nota del segretario generale della Cisl Puglia, Antonio Castellucci:


Sono mesi che come Cisl evidenziamo la necessità di una concertazione e di un patto sociale, ancor più determinanti in una fase storica così difficile come quella attuale con la pandemia non ancora archiviata e che anzi mostra, in questi giorni, nuovi elementi di forte preoccupazione. Siamo di fronte ad una ripresa economica e dell'occupazione che seppur lentamente avviata dovrà strutturarsi con la grande mole di risorse disponibili che arriveranno prossimamente. In questa logica le parole della Ministra del Sud e della Coesione territoriale Mara Carfagna, in una recente intervista, sono particolarmente condivisibili sia sull'impegno che "i fondi del Pnrr destinati al Sud resteranno al Sud", sia sulla necessità che non si sprechi neanche un centesimo; così come abbiamo apprezzato l'interlocuzione e il metodo di ascolto e di partecipazione della Ministra con le organizzazioni sindacali territoriali confederali per il Cis di Taranto e che auspichiamo possa essere adottato a breve, anche per il Contratto Istituzionale di Sviluppo area di Foggia e per l'avvio del percorso, in attesa da circa due anni, per quello dell'area di Brindisi e Lecce. Tutti questi sono aspetti che legano le istituzioni al rispetto degli impegni per il Mezzogiorno, e la Puglia in particolare, a rendersi ancor più responsabile come Regione e come istituzione, con un percorso di concertazione e condivisione nel pieno coinvolgimento delle parti sociali per il rilancio dell'economia regionale a cominciare per esempio dalla possibile nascita di una "hydrogen valley", finanziata dal Pnrr con oltre 3 miliardi di euro. La Puglia necessita di una crescita economica decisamente maggiore nei prossimi mesi e nei prossimi anni, per stabilizzare sviluppo e il buon lavoro, nonché occorre affrontare anche questioni complesse come il futuro della siderurgia, della transizione ecologica, della sanità, dei trasporti, del completamento delle infrastrutture. Come Cisl siamo convinti che un adeguato sviluppo del manifatturiero sia imprescindibile da qualsiasi ripresa della Puglia e del Mezzogiorno. Con la collaborazione costruttiva, come dimostrata in questi mesi, del Ministero per il Sud, con una più stretta intesa tra istituzioni regionali e territoriali, forze sociali e una politica più attenta allo sviluppo che al consenso immediato, potremo costruire insieme una Puglia migliore, con più lavoro e più benessere per tutti.



loading...