Giovedì, 28 Maggio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

I pirati della Scuola Open Source si alleano con la Fondazione Mozilla: #XYZ2017 e #ChangeCopyright le prime iniziative

Il centro di innovazione sociale e tecnologica sarà co-pilota della campagna con attività congiunte a Bari, in Italia e in Europa

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 19/07/2017 da Redazione

La Scuola Open Source, centro di innovazione sociale e tecnologica che fa della condivisione la propria bandiera, co-pilota della campagna #ChangeCopyright promossa da Mozilla, con attività congiunte a Bari, in Italia e in Europa.

La Fondazione Mozilla, impegnata da anni nella lotta per la costruzione di un Internet vitale, libero e accessibile a tutti, è promotrice della Campagna contro la Riforma del Copyright in discussione presso le Commissioni del Parlamento Europeo. Allo stato attuale, la Riforma causerebbe ricadute rilevanti per tutti i piccoli/medio attori che utilizzano il web come strumento educativo, di ricerca, di promozione della creatività e dell’innovazione.

Per questo motivo, Mozilla ha deciso di portare l’azione Advocacy fuori dai Palazzi di Bruxelles, coinvolgendo attivamente le comunità che subiranno maggiori danni dalle normative europee in discussione.

In Italia il primo soggetto coinvolto è La Scuola Open Source, centro di innovazione sociale e tecnologica che fa della condivisione la propria bandiera che sarà il co-pilota delle attività della campagna in Italia e in Europa.

Alla luce di questa alleanza si inquadra anche il coinvolgimento di Mozilla nell’ambito di XYZ, laboratorio di ricerca e co-progettazione aperta e iterativa, che accoglierà dal 23 al 31 luglio nel cuore del centro storico di Bari 20 docenti, 10 tutor e 55 partecipanti da tutta Italia.

Inoltre durante i laboratori lo staff Mozilla si unirà a quello della Scuola Open Source con lo specifico scopo di potenziarne l'organico — anche in vista della campagna di mobilitazione europea — e raccordarne la comunicazione con i canali di Mozilla che durante i laboratori darà ampia copertura all'evento.

Nei prossimi quattro mesi verranno realizzati otto eventi (quattro in Italia, quattro in Spagna) e strette partnership con altri player europei dell’innovazione, dell’inventiva e dell'educazione, all’insegna dell’informazione e della co-creazione di proposte alternative per l’evoluzione di un mercato digitale libero, accessibile e ricco di opportunità.

La Campagna, nelle sue fasi finali, porterà i risultati raggiunti e i principali protagonisti (tra cui La Scuola Open Source) a Bruxelles, per un’occasione di confronto con i rappresentanti politici e la organizzazioni impegnate in lotte simili.