Domenica, 25 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, una pista cicolpedonale in corso Italia: ecco il progetto da 800mila euro

La pista ciclabile, che percorrerà corso Italia nel tratto che va dal sottovia all'altezza di via Quintino Sella fino a Piazza Moro, si integrerà con le varie componenti della strada e del marciapiedi risolvendone le varie interferenze

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 15/07/2019 da Redazione

Un progetto da 800mila euro per cambiare corso Italia, una delle arterie principali della città di Bari. Questa mattina gli uffici della ripartizione Lavori pubblici hanno presentato la candidatura del progetto di una pista ciclopedonale antistante il viadotto FAL (Ferrovie Appulo Lucane) all'avviso pubblico di selezione di interventi per la realizzazione di reti di percorsi ciclabili e/o ciclopedonali in aree urbane e sub-urbane promosso dalla Regione Puglia.

L'intervento ha come obiettivo la riqualificazione dell'area pubblica antistante il fabbricato Viaggiatori delle FAL. In particolare, prevede il rinnovamento dei materiali di finitura e la ridefinizione degli spazi pedonali e carrabili con la realizzazione di una pista ciclabile, in sede propria, a doppia corsia. Nell'ambito dell'intervento è prevista una riqualificazione complessiva della strada che avrà nuovi sottoservizi impiantistici e finiture, alberature, una nuova illuminazione e un camminamento pedonale, a servizio degli utenti ferroviari e dei cittadini, totalmente rinnovato e accessibile.

 

Il progetto

La pista ciclabile, che percorrerà corso Italia nel tratto che va dal sottovia all'altezza di via Quintino Sella fino a Piazza Moro, si integrerà con le varie componenti della strada e del marciapiedi risolvendone le varie interferenze: le interruzioni per gli attraversamenti pedonali, per l'accesso all'autorimessa (n. 96) e per la collocazione della fermata dell'autobus cittadino spostato dal civico 80 al numero 102. In questo particolare caso, la pista subirà una deviazione verso l'interno consentendo ai pedoni in attesa, di sostare sul marciapiedi. I materiali e gli elementi utilizzati intendono stabilire una continuità con il resto della città ai fini della durabilità, manutenibilità e sicurezza.

Particolare attenzione si è posta per favorire l'accessibilità alle varie categorie delle persone con disabilità motoria e videolesi dotando lo spazio di scivoli realizzati con masselli di pietra, per agevolare l'attraversamento e il superamento dei dislivelli, mantenendo nel rifacimento delle pendenze lievi. Per facilitare la fruizione da parte dell'utenza degli ipovedenti, si integrerà la pavimentazione con il sistema modulare Loges Vet Evolution, un linguaggio riportato attraverso impronte sulla pavimentazione, riconoscibile da parte dei non vedenti attraverso il senso tattilo-plantare, la valutazione dei dislivelli o la guida del bastone.

 



loading...