Martedì, 18 Settembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

La Georgia torna alla Fiera del Levante: in vendita vini, prodotti di artigianato e abiti d'epoca

Espositori già soddisfatti gli espositori per la notevole curiosità che stanno destato i loro prodotti

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 13/09/2018 da Redazione

Dopo circa dieci anni di assenza, è tornata ad esporre nel quartiere fieristico la Georgia. Questo gradito ritorno avviene in concomitanza all’apertura del consolato onorario a Bari che nei prossimi giorni sarà inaugurato nel centro del capoluogo pugliese. La presenza degli operatori provenienti dallo Stato sulle rive del Mar Nero, avvenuta grazie alla collaborazione del Consolato con l’associazione Radici, che a Bari ha sede in via De Rossi 160, porta ulteriore vivacità nella Fiera del Levante, con i loro prodotti tipici e caratteristici. Abbigliamento, artigianato e produzione vinicola, sono gli ambiti merceologici presenti nell’area dedicata ai rappresentanti georgiani, all’interno del Padiglione 96 che ospita anche vari stand della Francia. Dopo questi primi giorni della Campionaria, sono già soddisfatti gli espositori per la notevole curiosità che stanno destato i loro prodotti.
“Siamo molto felici di presentare il nostro paese qui alla Fiera del Levante - ha commentato la dott.ssa Nina Zurabishvili, del Consolato onorario georgiano. – Stiamo ricevendo la visita di tantissime persone, sia italiane che straniere. Ci pongono molte domande incuriositi dai prodotti da noi esposti”.
Nella Puglia, regione rinomata per la sua produzione dei vini, particolare attenzione viene riservata alla presenza della gamma di vini bianchi e rossi della cantina Winery Khareba. 
Oltre a quelli che seguono una preparazione tradizionale, sono presenti anche altri. Tra questi ci sono vini che seguono la fermentazione in anfora, dichiarata Patrimonio dell’Unesco nel 2013. Tra i prodotti dell’artigianato è possibile trovare preziosi araldi, quadri e prodotti vari. Per l’abbigliamento si possono trovare abiti d’epoca, diversi per regione. Ci sono vesti della regione Svaneti, dell’Achara e altre ancora, che evidenziano usi e costumi tradizionali del territorio. Sono presenti anche capi, come giacche e cappelli, realizzati con lana per ripararsi dalle temperature rigide dell’inverno.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet