Venerdì, 18 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Castellaneta, la ministra Bellanova visita Masseria Fruttirossi: 'Competenze e professionalità per una agricoltura 4.0'

La ministra: "Se noi non garantiamo la sostenibilità economica delle aziende, noi non riusciamo a garantire la sostenibilità ambientale e quella sociale"

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 12/08/2020 da Redazione


È stato l'Amministratore Michele De Lisi con i figli, il Sales manager Dario e il Production manager Davide, ad accogliere Teresa Bellanova, ministra delle Politiche agricole alimentari e forestali, in visita all'azienda "Masseria Fruttirossi" di Castellaneta Marina.

L'iniziativa rientra in una serie di visite istituzionali che il Ministro Teresa Bellanova sta compiendo per ringraziare le aziende della filiera agroalimentare per l'impegno profuso durante il lockdown Covid-19, garantendo così i rifornimenti alla popolazione, nonché avviare una interlocuzione per imprimere maggiore efficacia all'azione del Governo per sostenere e rilanciare le aziende dopo la crisi.

 

È stata una visita improntata alla più viva cordialità che ha visto la ministra interessata al modernissimo stabilimento dove vengono prodotti i succhi "Lome Super Fruit", una infrastruttura letteralmente immersa nelle piantagioni dell'azienda: 350 ettari di proprietà coltivati prevalentemente a melograno, di cui l'azienda è il principale produttore italiano, ma anche a goji, aronia e avocado.

L'innovativo progetto imprenditoriale di Masseria Fruttirossi, infatti, si caratterizza per la produzione e la trasformazione di frutti che sono un autentico concentrato di salute e bellezza, i cosiddetti "superfrutti", in linea con la richiesta di un mercato di consumatori sempre più attenti al benessere.

 

“Questo di Masseria Fruttirossi – ha dichiarato la ministra Bellanova – è un progetto straordinario che mette insieme innovazione e tanti investimenti privati, in grado di generare opportunità di lavoro qualificato: è quello che serve al nostro territorio, al Mezzogiorno intero. Questa azienda è un'autentica eccellenza perché qui si è riuscito a coniugare perfettamente il rispetto del territorio, la sostenibilità ambientale e la produzione di altissima qualità che incrocia il gusto dei consumatori: questa è l'agricoltura 4.0!”.

La ministra ha poi spiegato che “quando parlo di giovani occupati in agricoltura, penso a questo: tanta innovazione, tecnici altamente qualificati e una formazione che veda impegnata, oltre agli istituti secondari, soprattutto l'università”.

“Noi dobbiamo reimpostare la nostra agricoltura – ha concluso – in modo che si tengano insieme la sostenibilità ambientale, la sostenibilità economica e la creazione di posti di lavoro con una retribuzione che rispetti la dignità delle persone: ma   se noi non garantiamo la sostenibilità economica delle aziende, noi non riusciamo a garantire la sostenibilità ambientale e quella sociale. L'azione del nostro Governo va in questa direzione: supportare le aziende nella loro crescita e sviluppo, aiutandole a entrare in mercati in grado di apprezzare le produzioni ad alto valore aggiunto”.

 

Parole dette in uno stabilimento con macchinari modernissimi utilizzati da personale del territorio: “abbiamo fatto la scelta – ha spiegato Michele De Lisi a una compiaciuta Teresa Bellanova – di formare e addestrare giovani uomini e donne della nostra terra, il nostro principale patrimonio su cui investiamo ingenti risorse; anche nei momenti di massima produzione, quando abbiamo bisogno di centinaia di persone, nei campi e nello stabilimento impieghiamo esclusivamente personale locale”.

Tra le varie certificazioni Masseria Fruttirossi vanta anche quella "Friend of the Earth – Residuo zero" che attesta produzioni realizzate con responsabilità etico sociale, gestione e salvaguardia ambientale, ecosostenibilità dei processi produttivi, nonché rispetto della salute dei consumatori attraverso l'immissione sul mercato di prodotti sicuri e salubri a "residuo zero".