Domenica, 15 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, Politecnico e Confcommercio lanciano concorso di idee: architetti e designer chiamati a rilanciare il settore dell'arredamento

Sarà premiato l'allestimento (anche virtuale) più innovativo

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 11/07/2019 da Redazione

Esporre per stupire, comunicare, coinvolgere. L'arte del design attualizza il fascino e l'efficacia di uno degli strumenti più tradizionali di promozione commerciale, nell'era della rivoluzione digitale 4.0. È questo l'obiettivo del concorso di idee Una vetrina tutta per sé, che il Politecnico di Bari e Confcommercio Bari presenteranno lunedì 15 luglio alle 10 nel rettorato del Politecnico, in via Amendola. Il rettore Eugenio Di Sciascio e il presidente Sandro Ambrosi firmeranno un accordo operativo per avviare l'iniziativa.

Le migliori proposte progettuali serviranno a rilanciare il settore locale dell'arredamento, sia attraverso la costruzione dell'immagine dei punti vendita, sia nell'organizzazione di eventi collaterali, che possano accogliere e coinvolgere il pubblico. Il concorso di idee sarà aperto ad architetti e designer di tutta Italia, i quali potranno avvalersi, eventualmente, della collaborazione di professionisti di settori affini, dalla comunicazione visiva al marketing e all'organizzazione e gestione di eventi.  L'iniziativa rientra in un accordo generale tra Confcommercio e Politecnico di collaborazione sperimentale per progetti di ricerca, sviluppo e innovazione in settori di comune interesse. Una vetrina tutta per sè (liberamente ispirato al saggio "Stanza tutta per sé" di Virginia Woolf) è un concorso di idee finalizzato alla progettazione della "vetrina più bella" di cui è responsabile scientifico la professoressa Loredana Ficarelli, architetto e docente, prorettore vicario del Politecnico. La vetrina è intesa come spazio per esporre, luoghi, oggetti, luce e colori, per comunicare idee, novità, innovazione, per coinvolgere, stupire e attirare l'attenzione.

La vetrina, quindi, dovrà configurarsi come un'occasione per consolidare la rete distributiva del settore arredamento e per attrarre i cittadini mediante rinnovate atmosfere di accoglienza e di coinvolgimento. I partecipanti potranno scegliere liberamente come comporre la propria vetrina, anche virtuale, che potrà essere realizzata sia all'interno che all'esterno dell'attività commerciale, configurandosi non più come un elemento bidimensionale, ma potendo svilupparsi anche tridimensionalmente. Il concorso si concluderà con una graduatoria di merito con l'attribuzione di premi e riconoscimenti. Al termine, sarà allestita una mostra di tutte le proposte ideative presentate, con  la premiazione e la presentazione del catalogo degli esiti.

 



loading...