Domenica, 21 Aprile 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Sistema ITS Puglia, a Bari si chiude il programma che favorisce l'inserimento degli studenti nel mondo del lavoro

ttraverso un programma della durata di 2 anni di formazione, da svolgere sia in aula che all’interno di un’azienda, gli ITS contribuiscono nella formazione di futuri professionisti.

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 11/04/2019 da Redazione

Ultima tappa a Bari. Dopo i numerosi appuntamenti nelle diverse province pugliesi e un riscontro più che positivo ottenuto da studenti e aziende, il Sistema dei 6 Istituti Tecnici Superiori di Puglia termina le attività con un ultimo incontro in programma oggi nel capoluogo regionale, presso Showville in via Giannini 9 a Bari. Gli ITS torneranno a dialogare con i diplomandi di tutta la provincia di Bari, fornendo loro notizie e informazioni utili sui percorsi post diploma e attirando la loro attenzione con lo spettacolo multimediale e interattivo messo in scena dal team di professionisti della comunicazione, teatro, pedagogia e cabaret di “Teatro Educativo”.

Per tutti i giovanissimi che si accingono a terminare gli studi superiori, l’incognita del “domani” pesa come un macigno: ecco perché il Sistema ITS Puglia si pone come guida, come bussola finalizzata a chiarire le idee in merito ai percorsi da seguire e alle valide alternative. Attraverso un programma della durata di 2 anni di formazione, da svolgere sia in aula che all’interno di un’azienda, gli ITS contribuiscono nella formazione di futuri professionisti.

Ciò diviene possibile grazie alle peculiarità del Sistema ITS:

sviluppano i propri corsi sulle aree tecnologiche considerate fondamentali per lo sviluppo economico e la competitività del Paese*;

almeno il 30% di ore è dedicato a tirocini da effettuare in azienda;

almeno il 50% dei docenti è un professionista “in prestito” dalle aziende che fanno parte della Fondazione e presso cui i ragazzi svolgeranno lo stage;

i corsi sono sviluppati tenendo in forte considerazione le esigenze del mercato e le richieste di competenze da parte delle aziende;

puntano a formare soft skills, competenze tecniche e tecnologiche specializzate, improntate su innovazione, cultura tecnico-scientifica, Industria 4.0, ma soprattutto in linea con le richieste e le reali esigenze del mercato.

 

Le opportunità che il sistema ITS offre sono rilevanti: percorsi di istruzione terziaria della durata di due anni, equiparabili a quelli universitari, ma con un’impronta decisamente più professionalizzante. Con almeno il 30% di ore di tirocini svolte in azienda, il 50% dei docenti di estrazione dal mondo del lavoro, costi quasi pari a zero e i cui dati placement a un anno dal conseguimento del diploma si attestano intorno all’82% (dati INDIRE - Istituto nazionale di documentazione innovazione e ricerca educativa, il più vecchio ente di ricerca del Ministero dell'Istruzione italiano) .

 

Dall’altra parte ci sono le aziende, che sempre faticano a trovare professionisti con le giuste competenze. A loro gli ITS forniscono validi profili da integrare nella struttura aziendale.  

Il Rapporto Excelsior 2018 di Unioncamere è molto chiaro in merito alla difficoltà di reperire valide figure professionali: “Almeno in un caso su 4 le aziende sono disposte ad assumere, ma non trovano le professionalità adatte”. Questo perché probabilmente non si sceglie un giusto corso di studi in linea con le esigenze del mercato. 



loading...