Martedì, 13 Novembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari ospita l'Accademia Russa delle Scienze: in programma il convegno internazionale 'La filosofia del pellegrinaggio'

Rocky Malatesta, direttore del CESVIR: 'Puntare sulla diplomazia delle politiche culturali e scientifiche per una reciproca conoscenza e crescita culturale'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 10/09/2018 da Redazione

L'11 settembre arriva a Bari, ospitata dall'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro", un'imponente delegazione dell'Accademia Russa delle Scienze, la prima volta una formazione così numerosa, quasi venti scienziati.

L'Accademia Russa delle Scienze è una delle più antiche istituzioni scientifiche al mondo, fondata da Pietro il Grande, seguendo l'esempio dell'Accademia francese” – ricorda Michail Talalay, storico residente in Puglia, organizzatore dell’iniziativa con la sua associazione la Puglia dei Russi”.

Negli ultimi tre secoli tanti studiosi hanno lavorato all'interno delle sue mura, molte delle quali hanno fatto la gloria della scienza mondiale - da Michail Lomonosov ad Andrej Sacharov. Nel periodo sovietico il loro operato era sotto stretto controllo del governo, poichè l'Unione Sovietica era ostile nei confronti di tutte le forme sociali e umanitarie che non corrispondevano alla linea comunista e atea.

Solo a seguito della caduta del governo russo la nuova Russia si aprì verso la Chiesa ortodossa e gli accademici sono stati in grado di trattare argomenti precedentemente vietati, compresi quelli religiosi.”

Esiste da sempre un forte legame tra Bari e la Russia grazie a San Nicola, il Santo molto amato in tutto il mondo, Patrono della città di Bari, ma anche della Russia. La devozione per il caritatevole Taumaturgo e i suoi miracoli, a partire dalla fine del XVII secolo, richiama ancora oggi molti credenti nella città di Bari, che rappresenta la principale destinazione di numerosi pellegrini ortodossi, per visitare le reliquie  del Santo che riposano da mille anni nella maestosa Basilica a lui dedicata, tanto da generare un costante flusso quotidiano di turismo religioso che dura tutto l'anno. Di recente, nel 2017, la città di Bari ha vissuto con trepidazione un evento storico di grande fede. San Nicola con un "frammento di ossa", è volato in viaggio a Mosca e San Pietroburgo, per volere di Papa Francesco e del Patriarca russo Kirill,  unendo in un profondo dialogo le due Chiese e  dando una svolta importante nelle relazioni tra il nostro Paese e la Federazione Russa.

E al pellegrinaggio verso il luoghi sacri, appunto, e alla sua comprensione in categorie storiche e filosofiche è dedicato il convegno internazionale che si terrà in lingua russa, dal fitto programma, che vede un primo incontro Martedi 11 settembre alle ore 14,00  presso l'Università di Bari (Palazzo ex Lingue Aula C) ed una tavola rotonda il giorno seguente a Monopoli nella Biblioteca Civica alle ore 10.00.

Questa iniziativa ha come partner il CESVIR, Centro Economia e Sviluppo Italo Russo.

E' evidente l'importanza di questo momento storico che stiamo vivendo e di come possa essere strategico puntare sulla diplomazia delle politiche culturali e scientifiche per una reciproca conoscenza e crescita culturale” - sottolinea Rocky Malatesta, direttore del CESVIR.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet