Sabato, 19 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, l'Università riparte con il sistema 'ibrido': lezioni in presenza o online, sugli esami decideranno i dipartimenti

Intanto crescono gli studenti che scelgono l'ateneo barese: sono 4053 i nuovi immatricolati, 108 in più rispetto al 2019

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 09/09/2020 da Giuseppe Bellino
Stefano Bronzini, Rettore dell'Università di Bari


Si potrà scegliere se seguire le lezioni in presenza o online, prenotando il proprio posto a sedere attraverso un’app. È questa la principale novità comunicata dall’Università di Bari in vista del nuovo anno accademico. Le aule riprenderanno ad ospitare gli studenti, con una capienza ridotta del 50%, a partire dal prossimo 23 settembre.

Il sistema “ibrido” ideato dall’ateneo barese, seguendo scrupolosamente le linee guida ministeriali, consentirà ai ragazzi di seguire le lezioni dei docenti sia in presenza che attraverso il proprio pc, direttamente da casa. In caso di corsi di laurea numerosi, gli studenti potranno sistemarsi in un’altra aula e assistere alla lezione attraverso strumenti audiovisivi o telematici.

All’interno delle aule sarà obbligatorio mantenere la distanza minima di un metro e indossare le mascherine per tutta la durata delle lezioni. Sarà compito dei professori coordinare l’uscita degli studenti in caso di aule di grandi dimensioni o con un numero limitato di uscite. Le aule saranno destinate ad un unico corso di studio, in modo tale da far spostare soltanto i docenti e non i gruppi di studenti.

Come funziona l’app

L’app consentirà di prenotare il posto in aula su base settimanale: qualora l’aula in cui si tiene la lezione da seguire abbia ancora posti disponibili, l’app invierà un messaggio di conferma via mail all’indirizzo istituzionale. Esauriti i posti disponibili, l’app inserirà la richiesta in una lista di attesa e comunicherà l’esito allo studente entro il venerdì della stessa settimana per mail: in caso di esito negativo, lo studente dovrà seguire le lezioni online.

“Siamo pronti a ripartire in completa sicurezza – ha dichiarato il rettore Stefano Bronzini -, seguendo alla lettera le linee guida del Ministero della Salute. Ripartiranno anche i tirocini nei laboratori, le esercitazioni e le attività esperienziali. Anche le sedute di laurea dei corsi triennali e magistrali si svolgeranno in presenza: abbiamo previsto circa quattro turni al giorno, con un massimo di sei candidati per turno, e ogni laureando potrà far accedere all’aula massimo tre amici o parenti”.

Esami in presenza

Per quanto riguarda gli esami, sarà il Dipartimento a scegliere se dovranno essere svolti in presenza oppure online. La decisione sarà presa in base alla capienza delle aule che dovranno ospitare gli studenti osservando tutte le norme di sicurezza. Per lo svolgimento delle prove scritte in presenza si dovrà limitare la partecipazione degli studenti in modo da ridurre la capacità dell'aula di almeno il 50%. Le prove orali dovranno essere svolte da uno studente alla volta, garantendo il ricambio dell'aria e l'occupazione dell'aula non potrà comunque superare il limite massimo di un terzo dei posti complessivi. In caso di più sessioni d'esame nella stessa aula, si procederà alla sanificazione alla fine di ogni sessione. 

Nuove immatricolazioni

Intanto crescono gli studenti che scelgono l’Università di Bari: il dato parziale è di 4053 nuovi immatricolati, 108 in più rispetto al 2019. “Un dato che vorrei sottolineare – conclude Bronzini – è  la percentuale maggiore di studentesse tra gli iscritti”. Crescono i ragazzi e le ragazze che scelgono le facoltà di Informatica, Lettere e Giurisprudenza.