Sabato, 19 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, approvato il piano triennale delle opere pubbliche: stanziati 476 milioni di euro per 311 interventi

193 milioni di euro sono previsti per gli interventi del 2020

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 09/09/2020 da Redazione

Il Consiglio comunale di Bari ha approvato il Piano triennale delle opere pubbliche 2020-2022. Il documento consta di 311 interventi, suddivisi nelle tre annualità, di cui 160 (51%) nel primo anno e i restanti 151 (49%) nel secondo e terzo anno.

La dimensione economica del Piano, complessivamente per i tre anni, ammonta a circa 476 milioni di euro di opere, di cui circa 193 milioni di euro previsti per gli interventi del 2020 (40%), 232 milioni di euro per il 2021 (48%) e 52 milioni di euro per il 2022 (12%).

 

Questi dati lasciano trasparire due importanti aspetti:

·   l'importo complessivo degli interventi è prevalentemente concentrato nelle prime due annualità, in considerazione delle reali capacità di spesa correlate ai molteplici finanziamenti conseguiti, selezionando gli interventi inseriti nel 2020 tra quelli che hanno livello di progettazione più avanzato, copertura finanziaria certa o inserita in piani regionali/nazionali/comunitari e di cui si prevede disponibilità economica nell'anno, con conseguente possibilità di indizione gara entro la fine del corrente anno;

·   a fronte del 40% della spesa complessiva del piano previsto nel 2020, sono presenti nella prima annualità n. 160 interventi, pari al 51% di quelli complessivi (circa un terzo del totale); si tratta di un numero elevato che denota come siano previsti in programma non solo grandi lavori ma anche molti interventi di piccola e media dimensione economica, con i quali si conta di risolvere molteplici problemi localizzati e distribuiti nei diversi quartieri e Municipi, in risposta a specifiche richieste pervenute dai diversi ambiti territoriali.

 

"Il Piano triennale approvato in Consiglio, per cui ringrazio tutti i consiglieri comunali che con le loro proposte si confermano ancora una volta sentinelle attente sul territorio, ci permetterà anche quest'anno di avviare una programmazione capillare e inclusiva- spiega l'assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Due aggettivi che testimoniano la presenza di cantieri in tutti i quartieri di Bari e l'accoglimento di una serie di proposte pervenute dai Municipi, dalle associazioni, dai comitati di quartiere e da tutti quei cittadini con cui quotidianamente ci confrontiamo da sei anni a questa parte. Questo documento si conferma essere uno strumento di programmazione reale, in cui si vedono comparire nuovi inserimenti di opere pubbliche e scomparire una molteplicità di interventi che, nel corso dell'anno, sono diventati cantieri in atto, lavori eseguiti o recentemente contrattualizzati e di prossimo avvio. Un Piano triennale che si aggiorna "work in progress", anno dopo anno, con l'esecuzione o la cantierizzazione in città di molte opere pubbliche, in molti casi attese da decenni. Per questa nuova programmazione la nostra attenzione si è focalizzata su cinque assi: scuole, riqualificazione dello spazio pubblico, valorizzazione della costa, rete fognaria, illuminazione e connettività della città. Per le prime annualità ci concentreremo da un lato sulla chiusura dei grandi cantieri attualmente aperti e dall'altro alla cura della città diffusa a partire dallo spazio pubblico e dai servizi che, seppur possono sembrare opere minori, sono quelle che determinano la qualità del vivere urbano".

 

Ecco 21 tra le principali opere che scompaiono dal piano triennale:

1.      Parco Peppino Impastato a Catino nel Municipio V

2.      Adeguamento sottovia Giuseppe Filippo

3.      Illuminazione e videosorveglianza Parco 2 Giugno

4.      Illuminazione e videosorveglianza Pineta San Francesco

5.      Rotatoria via Martin Luter King con via Che Guevara

6.    Rotatoria via Del Turco con via Pier Paolo Pasolini a Palese

7.    Seggiolini Stadio San Nicola

8.    Efficientamento energetico Scuola Rodari nel Municipio I

9.    Potenziamento illuminazione e sorveglianza di piazza Risorgimento

10. Adeguamento sicurezza scuola Tommaso Fiore nel Municipio II

11. Lavori complementari per il mercato coperto di via Pitagora

12. Efficientamento energetico viale Tatarella

13. Illuminazione e videosorveglianza in via Ascianghi

14. Smart Grid e connettività in città

15. Impianto elettrico ed illuminazione stadio San Nicola

16. AQ manutenzione ERP

17. AQ manutenzione spiagge

18. AQ manutenzione impianti tecnologici in impianti sportivi

19. AQ manutenzione basole Bari vecchia

20. AQ pubblica illuminazione

21. AQ impianti edifici comunali.

 

La somma degli investimenti relativi questi interventi è superiore 11 milioni di euro impegnati per nuovi contratti. Ad ogni modo la dimensione economica dei lavori pubblici in corso, o di imminente avvio, è ben superiore e tiene conto anche degli ulteriori importi corrisposti per SAL (stati avanzamento lavori) relativi ad opere di durata pluriennale già contrattualizzate negli anni precedenti, e quindi già scomparse dal Piano triennale nel precedente 2019-20,  quali ad esempio via Amendola, mercato via Pitagora, polo Bibliotecario e parco nella ex Rossani,  e tanti altri.

Rispetto alle precedenti versioni, scompaiono dal Piano triennale anche ulteriori 23 interventi cancellati poiché superati oppure accorpati o confluiti in altri, a dimostrazione della continua attività di aggiornamento e riordino in progress del documento.

Gli interventi previsti in questo Piano triennale sono il frutto dell'ascolto di tutte le indicazioni pervenute dai vari settori dell'amministrazione e dalle varie componenti della società, attraverso una condivisione il più possibile ampia delle opere da realizzare e l'inserimento, nella prima annualità, dei lavori ritenuti prioritari, oltre che di quelli con un livello di progettazione più avanzato e con una buona possibilità di conseguire una reale copertura finanziaria.

Grande rilevanza hanno gli interventi previsti nelle periferie, interessate non solo da un importante finanziamento ottenuto unitamente ad altri Comuni della Città metropolitana nell'ambito del Piano Nazionale Periferie ma anche dall'assegnazione di altre risorse sull'edilizia scolastica, sulla viabilità e le relative reti tecnologiche e sulle manutenzioni in generale.

Massima priorità è stata dedicata alla qualità dello spazio pubblico e alla sua fruibilità attraverso l'individuazione di molteplici opere puntuali, di medie e piccole dimensioni, capaci di risolvere le criticità più disparate riscontrate sull'intero territorio, molte delle quali risalenti ad epoca remota.

Le prossime settimane, fino alla fine dell'anno, saranno scandite dall'apertura di molti altri cantieri o dall'indizione di gare di nuovi lavori particolarmente attesi, alcuni dei quali - ad esempio lungomare via dei Trulli (Municipio I), Park & Ride largo 2 Giugno (Municipio II), rotatoria Nuova San Paolo (Municipio III), fogna bianca Carbonara e Ceglie (Municipio IV) e lungomare Santo Spirito (Municipio V) - ormai imminenti, dopo il superamento di tutti gli impedimenti che ne hanno ostacolato l'esecuzione per lungo tempo.

L'obiettivo prefissato dall'Amministrazione con questo Piano triennale è quello di confermare il trend positivo registrato sia in questo ultimo sessennio, sia nel precedente decennio, con il progressivo aumento del numero dei contratti stipulati per procedure di gara aperte, che a tutt'oggi, a partire dal luglio 2014, ammontano a 322 contratti sottoscritti, corrispondenti ad 1 ogni settimana.