Lunedì, 23 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Terra al cubo', il futuro del pianeta al centro del primo fuori salone della Fiera del Levante

Nel Salone "San Nicola" della Camera di Commercio di Bari, diciotto artisti daranno vita a "Terra al cubo - noixnoixnoi". Ciascuno di loro lo farà avendo a disposizione un metro cubo per la propria opera

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 09/09/2019 da Redazione

Sarà l'installazione collettiva "Terra al cubo - noixnoixnoi" a inaugurare, presso la Camera di Commercio di Bari, venerdì  13 settembre 2019 alle ore 19.30, il primo Fuori Salone #nonabbiamounpianetaB della 83^ Fiera del Levante, che quest'anno pone al centro dell'attenzione il tema della sostenibilità ambientale, economica e sociale e del futuro del Pianeta.

«E' un tema che non può restare sul piano intellettuale del dibattito - spiega il presidente dell'ente Alessandro Ambrosi - ma deve entrare concretamente nella nostra vita, orientando  le azioni di tutti, indistintamente, in modo sostenibile. Da qui la necessità di coinvolgere l'intera città e ben oltre lo spazio fieristico. La Camera di Commercio di Bari diventa così, grazie alla mostra,  l'epicentro della campagna di sensibilizzazione.  Si tratta di una vera e propria chiamata alle arti, in collaborazione con l’assessorato al Welfare del Comune di Bari, la rete Bari Social Book e moltissime realtà del capoluogo di regione».

Nel Salone "San Nicola" dell'ente camerale barese, diciotto artisti daranno vita a "Terra al cubo - noixnoixnoi". Ciascuno di loro lo farà avendo a disposizione un metro cubo per la propria opera. La terra sarà  elemento di connessione fra le tante creazioni, il loro humus - non solo ideale; le nutrirà e le spingerà ad evolversi, a moltiplicarsi e soprattutto a interagire.  Terra elevato al cubo, appunto, come recita il titolo dell'installazione.

«Ci sono questioni - continua Ambrosi - che gli individui, anche se armati di buona volontà, non possono affrontare, né cercare di risolvere, da soli. E cosa sono le istituzioni se non fari che illuminano il cammino dei singoli, dando al loro agire un valore e una finalità collettiva? E' la ragione che ci ha mosso a ideare il fuori salone e questa mostra, tanto che la singola opera parte dell'installazione, esaltando l’individualità creatrice nella dimensione collettiva, diventerà ricerca di riequilibrio e di  riconciliazione con gli elementi della natura attraverso la formula  NOI x NOI x NOI, ricalcando la formula del metro cubo: V= L x L x L.

Il pianeta terra è di tutti e NOI tutti dobbiamo prendercene cura».

Gli artisti coinvolti: Macrohabita; Francesco Poli; Francesco Mangini; Michele Carnimeo; Delia Sforza; Marialuisa Dilillo; Luca Cascella; Pino Incredix; Angela Consoli; Paolo Tinella; Manlio Epifania; Giovanni Ponzetta; Sergio Scarcelli;  Elisabetta Liddi; Massimo De Lillo; Marco Pontrelli; Vito Moccia; Luca Cianciotta/Massimo Di Lillo. La curatrice è: Sibilla Potenza.

Inoltre, sempre nel salone della Camera di Commercio, ci sarà in contemporanea un'altra installazione, realizzata dal Punto Impresa Digitale - il  progetto dell'ente barese dedicato al mondo dell’innovazione e della tecnologia. Il messaggio: grazie all’intelligenza artificiale e all’energia solare è possibile un nuovo tipo di tecnologia al servizio dell’ambiente, capace di riconoscere la spazzatura, raccoglierla e ripulirla.

 



loading...