Sabato, 17 Novembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, nella città vecchia un Punto luce e uno spazio mamme per contrastare la povertà educativa

Decaro: 'Uno spazio dove i bambini esercitano il loro diritto a stare insieme'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 06/11/2018 da Redazione

È stato inaugurato oggi a Bari Vecchia il nuovo Punto Luce e uno Spazio mamme di Save the Children, aperti in collaborazione con Comune e Municipio I, che hanno messo a disposizione i locali di Largo Annunziata, e con l'Associazione Mama Happy. Uno spazio di circa 600 mq su tre livelli è a disposizione di bambini, adolescenti e delle loro famiglie che potranno accedere gratuitamente a opportunità educative indispensabili per la crescita e per sperimentare, apprendere e coltivare i propri talenti.

La nuova struttura, parte di una rete di 23 Punti Luce e 14 Spazi Mamme a livello nazionale, sorge nel quartiere San Nicola, il più antico della città di Bari. Oggi a Bari Vecchia risiedono 8.000 abitanti, di cui più di un terzo in condizioni di povertà o disagio sociale, molte sono le famiglie numerose, basso il tasso di scolarizzazione e diffusa la disoccupazione. Il lunedì, mercoledì e venerdì Save the Children è presente anche nel quartiere Libertà, all'Officina degli esordi in piazza Massari, con attività di accompagnamento allo studio e laboratori.

 

"Grazie alla collaborazione con una fitta rete di realtà istituzionali e associative – ha dichiarato il sindaco Antonio Decaro - la nostra città continua a guardare ai più piccoli e alle loro famiglie promuovendo nuovi spazi sociali ed educativi, che si affiancano ai servizi del welfare comunale, per offrire loro tutto il sostegno necessario alla crescita. Fare il sindaco è un mestiere complicato, ci sono giorni in cui incroci negli occhi delle persone il dolore, la sfiducia, la paura e poi ci sono giornate come questa in cui hai la fortuna di giocare con i bambini, incrociare la spensieratezza di chi ha solo il dovere di giocare e di vivere un'infanzia e un'adolescenza serena. Per questo, come ho sempre detto, dal punto di vista umano è l'esperienza più bella che possa capitare a una persona. In momenti come quello di oggi un sindaco si sente meno solo perché ha difronte a se la forza di una comunità, capace di fare cose straordinaria quando sta insieme. Mi riferisco al riuso di questo spazio che da oggi viene messo a disposizione dei cittadini. Mi sono emozionato anche perché questa era la struttura che ospitava la Circoscrizione e qui abbiamo deciso, insieme ai consiglieri circoscrizionali dell'epoca, di istituire la zona a traffico limitato nella città vecchia e di rendere il centro storico più bello”.

 

"Il nostro impegno a Bari, iniziato nel 2012, oggi segna una nuova importante tappa con l'obiettivo di costruire una comunità educante nella quale ogni bambino e ogni bambina abbia l'occasione di fare fiorire i propri talenti e le proprie capacità in un ambiente educativo ricco di opportunità", ha sottolineato Raffaela Milano, Direttrice Programmi Italia-Europa di Save the Children, l'Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro.

L'evento inaugurale del Punto Luce e dello Spazio Mamme di stamattina è stato l'occasione per lanciare il tavolo sulla povertà educativa, un impegno di tutti gli attori del territorio per sensibilizzare la città sulla necessità di creare una rete che si impegni a contrastare tutti quei fattori che ostacolano il futuro dei minori.

 

Nei Punti Luce, spazi ad alta densità educativa, i bambini dai 6 anni in su, gli adolescenti e le famiglie possono usufruire gratuitamente di diverse attività: sostegno allo studio, laboratori artistici e musicali, gioco e attività motorie, promozione della lettura, accesso alle nuove tecnologie, educazione alla genitorialità, consulenze pedagogiche, pediatriche e legali. Gli Spazi Mamme, invece, sono spazi accoglienti per genitori e bambini in cui gli adulti sono accompagnati durante le tappe più importanti della crescita dei propri figli. Sono luoghi dove le mamme possono essere sostenute gratuitamente nel processo di miglioramento della cura dei più piccoli, nell'individuazione e nel rafforzamento delle proprie competenze, nella gestione delle risorse economiche e nell'emancipazione del nucleo familiare da condizioni di deprivazione.

 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet