Lunedì, 24 Febbraio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Aeroporto di Bari, inaugurata nuova configurazione della pista di volo: 'Più sicurezza ed efficienza operativa'. VIDEO

Presente anche la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli. Onesti (presidente Adp): '’SIamo l'unico scalo del Mezzogiorno dove sarà possibile operare con condizioni di bassa visibilità di 400 metri in decollo e di 550 metri in atterraggio'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 03/02/2020 da Redazione

Da oggi la pista dell’aeroporto Karol Wojtyla di Bari si presenta nella sua configurazione massima di 3.000 metri, sia in decollo che in atterraggio, facendo dello scalo pugliese, già annoverato tra i più moderni aeroporti italiani, un punto di riferimento per efficienza delle infrastrutture di volo. L’intervento garantisce maggiori standard di sicurezza e di efficienza operativa, anche in presenza di condizioni meteo avverse grazie al prolungamento da 720 a 900 metri del sentiero di avvicinamento luminoso “Cat.1” per pista 07 e dell’utilizzo di tecnologia LED per i nuovi impianti AVL. Paola De Micheli, ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture, è arrivata a Bari per illustrare il quadro delle opere realizzate. 

 “La nuova configurazione della pista di volo a 3000 metri dell’aeroporto di Bari – ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti – non è solo un momento importante sul piano del  potenziamento delle infrastrutture aeronautiche, ma anche un passaggio cruciale  per affrontare nelle migliori condizioni, anche sotto l’aspetto operativo, le avvincenti sfide che attendono la rete aeroportuale pugliese. Grazie a questo importante intervento e all’implementazione del sistema AVL, infatti, l’aeroporto di Bari diventa l’unico aeroporto del Mezzogiorno dove sarà possibile operare con condizioni di bassa visibilità di 400 metri in decollo e di  550 metri in atterraggio”.

“Siamo l’unica regione italiana ad avere quattro aeroporti che saranno tra breve disponibili per qualunque tipo di volo e per qualunque tipo di utilizzo – ha detto il governatore Emiliano -. Questo era l’impegno che avevamo preso con tutti i cittadini pugliesi e lo stiamo mantenendo. Voglio ribadire che sono disponibili incentivi per qualunque compagnia che voglia volare soprattutto da Taranto e da Foggia. Questa forza infrastrutturale viene completata dai lavori che stiamo facendo per connettere le reti ferroviarie e stradali agli aeroporti”.

L’allungamento della pista consentirà ad aeromobili di categoria “E” (max span - apertura alare 65 metri)    di   operare    con una     corsa    al    decollo al massimo carico, riducendo i costi e migliorando le condizioni di sicurezza. Per la realizzazione dei lavori sono stati espiantati alberi di ulivo: più di 500 sono stati reimpiantati.