Sabato, 19 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, nuova rotatoria tra via Martin Luther King e via Che Guevara: 'Pensata per ridurre la velocità delle auto'

Il nuovo cantiere avviato questa mattina si concluderà in un mese circa e consisterà nel modificare la geometria dei marciapiedi in prossimità dell'incrocio, con la realizzazione di un'aiuola centrale circolare che completerà il nuovo incrocio

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 02/09/2020 da Redazione

Sono cominciati oggi i lavori per la realizzazione della nuova rotatoria tra via Martin Luther King e via Che Guevara finanziata con fondi relativi all'appalto della manutenzione straordinaria del Municipio II.

Il progetto definitivo dell'opera è stato approvato qualche settimana fa dalla giunta comunale.

"Questa è una rotatoria importante che interviene su un crocevia che è stato teatro di molti incidenti nel corso degli anni - spiega l'assessore Galasso - e per questo motivo molti cittadini ne avevano sollecitato la realizzazione. In questi anni, grazie anche alla collaborazione sul territorio dei consiglieri comunali e municipali, abbiamo anche sperimentato la nuova organizzazione dell'incrocio attraverso una sistemazione provvisoria di una rotatoria "light" con l'utilizzo di new jersey temporanei, in modo da testarne funzionalità ed efficacia e, quindi, avere certezza di una buona funzionalità e della concreta fattibilità della modifica stradale, considerati anche gli spazi ridotti. Ora possiamo procedere con la realizzazione definitiva di una "microrotatoria urbana" che fungerà da traffic calming e abbatterà i punti di conflitto e incidentalità.

Il nuovo cantiere avviato questa mattina si concluderà in un mese circa e consisterà nel modificare la geometria dei marciapiedi in prossimità dell'incrocio, con la realizzazione di un'aiuola centrale circolare che completerà il nuovo incrocio. Le lavorazioni non comporteranno alcuna chiusura della strada, bensì modesti restringimenti temporanei circoscritti alle singole zone dove di volta in volta gli operai effettueranno le lavorazioni, in modo da minimizzare i disagi all'utenza stradale e pedonale".