Domenica, 15 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, la Multiservizi 'adotta' la rotonda nei pressi del ponte Adriatico

Il sindaco Decaro all'inaugurazione: 'Questo è il risultato che un’azienda pubblica può lavorare con efficienza ottenendo risultati pari a quelli ottenuti dalle aziende private'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 02/07/2019 da Redazione

Questa mattina il sindaco Antonio Decaro è intervenuto all’inaugurazione della rotatoria in corso della Carboneria (vicino il ponte Adriatico) al termine degli interventi di sistemazione a verde eseguiti a cura di Bari Multiservizi che ha scelto di adottare questo spazio pubblico per allestirlo e occuparsi della sua manutenzione.  

“Sono particolarmente contento di inaugurare questa rotatoria - ha dichiarato il sindaco Antonio Decaro - uno spazio pubblico la cui realizzazione e cura sono state affidate alla Multiservizi in seguito a una richiesta dell’azienda: gli operai della nostra municipalizzata l’hanno voluta adottare e mi sembra che i risultati non solo siano sotto gli occhi di tutti ma che siano estremamente positivi, a riprova del fatto che un’azienda pubblica può lavorare con efficienza ottenendo risultati pari a quelli ottenuti dalle aziende private.

Tra qualche giorno dovremmo completare le procedure di affidamento di altre due rotatorie in città, una alle spalle dello Sheraton richiesta da un’azienda sanitaria privata e un’altra nella zona di Japigia che sarà affidata a un vivaista dell’area metropolitana di Bari. Per questo colgo l’occasione per lanciare un appello: stiamo completando un’altra rotatoria alle spalle della Fiera del Levante a San Cataldo, una zona strategica della città che a breve sarà interessata da importanti interventi di riqualificazione. Ecco, anche in questo caso chiedo ai privati di volerla adottare in cambio di una sponsorizzazione che gli consentirà di legare il proprio nome a un bellissimo quartiere in piena trasformazione”.

 

IL PROGETTO

La sistemazione a verde costituisce una componente importante all’interno del disegno complessivo di quella che è un’opera di viabilità; per questo la progettazione è frutto di uno studio attento, basato su considerazioni non solo di natura agronomica ma anche in materia di sicurezza stradale in termini di visibilità veicolare e di assenza di impatto. Riguardo a quest’ultimo aspetto, sono state prese in considerazione le linee guida prodotte dal Centro danese per il traffico, trasporti e infrastrutture (conosciuto come CROW) per assicurare la sicurezza nella rotatoria. La massa in elevazione è costituita da una fontana nella zona centrale della rotatoria, intorno alla quale verranno collocati gli arbusti più alti in maniera tale che non sia visibile la parte opposta della strada. Nella parti perimetrali troveranno collocazione, invece, specie erbacee e prato, così da lasciare libera la visuale a chi si immetterà nella rotatoria. Il rondò oggetto dell’intervento, sito all’incrocio tra il Ponte Adriatico a nord, l’entrata del Cimitero monumentale a est e via della Carboneria a ovest, quindi, è costituito da un impianto di irrigazione esistente e da una fontana sita al centro della rotatoria, tutti elementi importanti che hanno determinato la forma delle aiuole e la scelta delle essenze, specie arbustive a foglia caduca e sempreverde, specie erbacee perenni a contorno delle arbustive.

 



loading...